facebook rss

L’Ascoli vuole
cominciare bene il 2020
eliminando il tabù Trapani

SERIE B - Bianconeri mai vittoriosi in Sicilia nei 9 precedenti (7 in Serie C, 2 in B). L'ultimo precedente è del 17 settembre 2016, quando Aglietti sfidò Cosmi: finì 1-1

Serse Cosmi

Vincere a Trapani per la classifica e per sfatare un tabù. Ecco il primo, duplice, obiettivo dell’Ascoli nel nuovo anno alla ripresa del campionato, sabato 18 gennaio. Nei 9 precedenti finora disputati a Trapani (7 in Serie C, 2 in B) l’Ascoli non ha mai vinto. Numeri poco rassicuranti per i bianconeri ma, come per tutte le cose, c’è sempre una prima volta. Il bilancio é nettamente favorevole al Trapani con 5 vittorie e 4 pareggi, mentre l’Ascoli non ha mai vinto allo stadio “Provinciale”. L’ultimo precedente risale a tre anni fa (17 settembre 2016) e si chiuse 1-1. Il tabellino di quella partita.

TRAPANI (3-5-2): Guerrieri; Casasola, Pagliarulo, Legittimo; Fazio (34’st Canotto), Coronado 6,5, Colombatto, Nizzetto (1’st Barillà), Rizzato; Ferretti, Citro (1’st Petkovic). A disposizione: Farelli, Figliomeni, Visconti, Balasa, Raffaello, Scozzarella, De Cenco. Allenatore: Cosmi.
ASCOLI (4-3-3): Lanni; Almici, Augustyn, Mengoni, Mignanelli; Carpani (39’st Addae), Bianchi, Cassata; Orsolini (16’st Jaadi), Favilli, (22’st Perez 6), Gatto. A disposizione: Ragni, Cinaglia, Gigliotti, Felicioli, Pecorini, Hallberg, Addae. Allenatore: Aglietti.
Arbitro: Rapuano di Rimini.
Reti: 35’pt Gatto su rigore (A), 17’st Petkovic (T).

Bru.Fer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X