facebook rss

Calibani e Saladini,
la storia dell’alpinismo
nelle parole dei pionieri

ASCOLI - Appuntamento alla Bottega del Terzo Settore sabato 18 gennaio con il ciclo di incontri organizzato dal Cai. Montagna ma non solo nelle parole dei due veterani

Montagna, ma non solo. L’incontro con Francesco Saladini, avvocato classe 1933, e Maurizio Calibani, insegnante in pensione, classe 1937, tra i pionieri dell’alpinismo ascolano moderno, si pone in continuità ideale col racconto di Dario Nanni, nel solco della storia della  sezione locale del Cai.

Foto d’epoca con Saladini e Calibani

L’appuntamento è per sabato 18 gennaio alle 18,15 nella Bottega del Terzo Settore con Pillole di storia del CAI di Ascoli nel Novecento. Questa volta, per narrarne mutamenti, lacerazioni e ricomposizioni che ne svelano, almeno in parte, l’identità odierna, radicata in un consapevole impegno ambientalista e sociale. Saladini e Calibani sono stati difatti tra i protagonisti della scissione del Gruppo Alpinisti Piceni da un Cai ascolano ancora impaludato in un alpinismo di rappresentanza, in cui infine riconfluiranno con i loro compagni, per cambiarne radicalmente contenuti e metodi anche grazie ad una fertile “contaminazione” con l’ambiente dell’alpinismo romano. Seguirà nei decenni successivi la stagione delle lotte ambientaliste contro gli scempi ambientali e per la costituzione del Parco Nazionale dei Monti Sibillini

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X