facebook rss

“Li nnùmmera a lu cundrarie”,
le risate sono assicurate

CASTIGNANO - La commedia in dialetto ascolano viene riproposta sabato 18 gennaio al teatro comunale, dopo il recente successo riscosso a Monsampolo. Scritta da Amedeo e Giorgio Olori, per la regia di Fiorenzo Esposto
Print Friendly, PDF & Email

La Compagnia “Ridi Teatro” inizia il 2020 con la commedia in due atti “Li nnùmmera a lu cundrarie”. Dopo il successo di dicembre al teatro di Monsampolo del Tronto, verrà riproposta sabato 18 gennaio (ore 21,15) al teatro comunale di Castignano. La commedia originale in dialetto ascolano, scritta da Amedeo e Giorgio Olori, ha debuttato nel giugno 2015 al teatro Ventidio Basso di Ascoli. Era una commedia musicale in cui il genere classico si univa al musical e all’eleganza delle coreografie, nata dalla sinergia tra Fly Communications, Gruppo teatrale Gente Nostra e Scuola di Danza Lab 22. Stavolta “Ridi Teatro” porta in scena a Castignano una versione più classica, adattata dal regista e scenografo Fiorenzo Esposto.

LA STORIA – Si svolge in un piccolo quartiere della periferia di Ascoli, dove modeste case in pietra si affacciano su una piazzetta antistante la chiesa. La piazza è punto di ritrovo, dove si condivide quel poco che le famiglie riescono a racimolare per tirare avanti. La commedia mette in luce uno spaccato di vita popolare dove tutto è semplice e modesto, come i personaggi di questa vicenda. Proprio la semplicità e l’ingenuità di alcuni personaggi, daranno il via a situazioni comiche ed equivoci dai risvolti inaspettati. Il gioco del “Lotto” riveste un ruolo cardine attorno a cui ruota l’intera vicenda. Sogni premonitori, speranze di una vita migliore, l’amore materno e l’amore coniugale, la saggezza degli anziani, gioie, dolori, illusioni e delusioni, rabbia e passione, sono gli elementi che arricchiscono la commedia.

“Li nnùmmera a lu cundrarie”: divertimento assicurato con la Compagnia “Ridi Teatro”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X