facebook rss

Samb, Fedeli va via
senza rilasciare dichiarazioni
Montero: «Oggi Troppo lenti»

SERIE C - Il tecnico: «Loro hanno chiuso bene gli spazi impedendoci di giocare». Angiulli: «La sconfitta è colpa mia». La soddisfazione di mister Pavan e del match winner De Feo

Montero (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

E’ andato via scuro in volto e senza proferir parola. Franco Fedeli, per la prima volta nei suoi cinque anni alla Samb non si era mai sottratto al confronto con gli organi di informazione. Anzi, spesso è stato il patron a cercarlo. Oggi, invece, dopo essere andato negli spogliatoi è transitato in sala stampa senza fermarsi. Ha salutato Montero per poi riprendere l’auto per tornare a Roma. Ed allora ecco il tecnico uruguagio ad analizzare l’ inopinata sconfitta con la Vis Pesaro.

Franco Fedeli

«Ho visto una Samb lenta nella manovra – analizza Montero – che si è fatta imbrigliare dalla formazione avversaria. Al di la di tutto abbiamo fatto la nostra partita e c’è molta amarezza per questa sconfitta. Volevamo dare continuità al successo di Trieste e purtroppo non ci siamo riusciti. Abbiamo incontrato una squadra che ci chiuso bene ogni varco ed un plauso va a Pavan per l’ottima impostazione tattica messa in mostra oggi. Sapevamo che le preventive sarebbero state determinanti ed il gol della Vis è arrivato proprio da una situazione di gioco di questo tipo. Ma noi, però, dovevamo essere più veloci nel far girare il pallone. Dovevamo fare male quando abbiamo creato la superiorità numerica in mezzo al campo – conclude – e bisognava essere più incisivi nelle palle inattive. Ora ci riposiamo, mettiamo a fuoco i nostri errori e da domani inizieremo a pensare al Fano».

Angiulli (Foto Cicchini)

Federico Angiulli recita il mea culpa. E’ stato lui infatti a tenere in gioco De Feo nell’azione del gol vittoria della Vis Pesaro. «Mi assumo la responsabilità della sconfitta –dice- perché è il mio errore ad aver innescato il contropiede della Vis Pesaro. Ho guardato chi ha fatto il lancio con De Feo che era alle mie spalle ed è subito scattato. E’ un peccato perché fino a quel momento avevamo fatto una gran mole di gioco pur facendo qualche errore di valutazione negli ultimi metri. Noi non abbiamo brillato ma il gioco che fa la Vis Pesaro ti induce a questo. Ci ha chiuso tutti i varchi e non siamo riusciti a sfondare. Dobbiamo migliorare anche nei calci piazzati ma c’erano tanti centimetri di differenza tra noi e loro. Peccato perché volevamo dare seguito alla vittoria di Trieste. Fortunatamente torniamo subito in campo mercoledì ed abbiamo subito l’occasione per riscattarci».

Grande soddisfazione in casa Vis Pesaro. «Non mi interessa se abbiamo avuto un’occasione o dieci per segnare – afferma il tecnico Simone Pavan – l’importante è quella che abbiamo avuta l’abbiamo sfruttata e abbiamo conquistato tre punti molto importanti per noi. La Samb è una delle squadre più forti del girone nell’attaccare gli spazi, abilità nella quale è spesso devastante e nel palleggio ci è stata superiore. Ma la Vis ha creduto sempre nelle sue armi con i ragazzi che sono stati bravi a interpretare la partita, proprio come l’avevamo preparata. Nel primo tempo – aggiunge – siamo stati schiacciati dietro anche se avevamo avuto tre situazioni di giro palla nelle quali potevamo mettere in difficoltà gli avversari, ma nella ripresa abbiamo fatto crescere le nostre caratteristiche. L’ingresso di Di Nardo ha procurato l’effetto che volevo, mettendo in pratica ciò che avevamo provato negli allenamenti della scorsa settimana».

Di Pasquale (Foto Cicchini)

Gianmarco De Feo, alla sua seconda partita con la maglia vissina, ha segnato la sua prima rete in campionato. «Una vittoria importantissima – dice – sia per la classifica che per il morale, peraltro conquistata su un campo importante contro una formazione molto forte. Davanti anche senza Voltan abbiamo fatto la nostra parte e quando è entrato Di Nardo ho potuto giocare come volevo, svariando su tutto il fronte d’attacco e tagliando alle spalle della linea difensiva. Il gol è stato una liberazione. Lo cercavo da tempo, viste le mie esperienze non molto positive ad Ascoli e a Lucca. Non aspettavo altro – conclude il giocatore – ed è stata un’emozione doppia, visto che la mia rete ha fruttato i tre punti. Ma adesso spero di farne altri».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X