facebook rss

Ascoli, scambio flop: a fine campionato
si ritroverà senza Ardemagni e Trotta

SERIE B - Alla società bianconera resterà in mano soltanto un diritto di riscatto (piuttosto oneroso) per l'attaccante dei laziali, che non segna dal 2018. Laverone in partenza: Triestina o Como

Matteo Ardemagni

di Bruno Ferretti

È davvero singolare lo scambio fra gli attaccanti Ardemagni e Trotta che Ascoli e Frosinone hanno perfezionato dopo una lunga e laboriosa trattativa. Singolare perché lo scambio è stato definito a poche ore dallo scontro diretto fra Ascoli e Frosinone che, per motivi di opportunità, non faranno giocare Ardemagni e Trotta perché – evidentemente – non scenderebbero in campo nelle condizioni psicologiche ideali dovendo affrontare da avversari quelle che sono ormai le loro squadre.

E dire che sia Ascoli che Frosinone domenica sera avrebbero davvero tanto bisogno di Ardemagni e Trotta, rispettivamente. I bianconeri in attacco dovranno rinunciare a Da Cruz, squalificato e comunque escluso per motivi disciplinari, e Ninkovic verso l’esclusione, per decisione della società, avendo rifiutato il trasferimento al Bari. Per l’attacco restano Scamacca, Beretta e Rosseti, ma gli ultimi due hanno pochi minuti nelle gambe non avendo mai giocato una partita intera. Nel Frosinone mancheranno per squalifica Dionisi e Ciano. E Nesta per l’attacco si ritrova con i soli Citro e Novakovich, americano di origine serba, che nel girone di andata hanno giocato poco e senza reti.

Laverone la scorsa estate poco prima della partenza per il ritiro precampionato

C’è poi un’altra considerazione da fare sulla trattativa che, a nostro avviso, è sfavorevole per l’Ascoli. Il prossimo 30 giugno, chiusura della stagione 2019-2020, la società bianconera si ritroverà senza Ardemagni e… con un diritto di riscatto per Trotta che non degna da un anno e mezzo. Il primo é sotto contratto con i laziali fino al 30 giugno 2022, mentre Trotta rientrerà al Frosinone per fine prestito. Il ds Tesoro sicuramente saprà spiegare le ragioni che hanno portato a questo scambio, e quali sono stati i vantaggi derivati per l’Ascoli.

LAVERONE: TRIESTINA O COMO – Per il terzino destro, messo sul mercato dall’Ascoli, si registra un interessamento di due squadre di Serie C: Triestina (girone B, quello delle marchigiane) e Como (girone A).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X