facebook rss

Sequestrato oltre un quintale di pesce,
una parte devoluta poi in beneficenza

SAN BENEDETTO - Blitz della Guardia Costiera nel locale mercato ittico. Nel mirino ben 24 casse senza l'etichettatura che ne consente l'immissione sul mercato. Il pescato ancora vivo è stato rigettato in mare

Il pescato sequestrato

La Guardia Costiera di San Benedetto ha effettuato una serie di controlli nel locale mercato ittico, e alla fine ha sequestrato bn 24 casse di pesce di provenienza locale per un totale di circa 110 kg di prodotto ittico. Le casse, infatti, sono risultate prive della prevista etichettatura che ne consente la corretta immissione nel mercato.

Il pesce sequestrato è stato sottoposto a verifica da parte del veterinario dell’Asur il quale ne ha confermato la salubrità per il consumo umano. A quel punto la Guardia Costiera, come avvenuto in altre circostanze simili, ha deciso di destinare il prdotto sequestrato a enti e organizzazioni preposti del territorio, che ne faranno sicuramente buon uso trasformandolo in cibo anche per persone in difficoltà.

Il prodotto ittico ancora vivo, costituito soprattutto da “lumaconi di mare”, è stato invece rigettato in mare da parte della stessa Guardia Costiera.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X