facebook rss

Non truffò il Comune per intascare
il contributo per l’affitto

ASCOLI - La donna di 32 anni è stata difesa dagli avvocati Laura Tesei e Emiliano Carnevali. Era accusata di aver prodotto un contratto falso pur di ottenere i fondi pari a 1.800 euro

Il Tribunale (foto Andrea Vagnoni)

Assolta per non aver commesso il fatto. E’ stata questa la sentenza emessa dal giudice Pietro Merletti nei confronti di una 32enne albanese residente in città accusata di aver truffato il Comune. La donna, difesa dagli avvocati Laura Tesei e Emiliano Carnevali, era accusata di aver prodotto al Comune un falso contratto di affitto per intascare il contributo ad hoc per le locazioni di 1.800 euro. I fatti risalgono al settembre del 2016 con l’Arengo che aveva creduto effettivamente alla genuinità dell’atto presentato dalla straniera a cui era stata contestata anche l’aggravante di aver agito a danno di un ente pubblico. Il giudice però l’ha assolta per non aver commesso il fatto in base al secondo comma dell’articolo 530 del codice di procedura penale.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X