facebook rss

Ascoli, a Livorno partita chiave:
vietato sbagliare
In panchina debutta Abascal

SERIE B - Comincia il dopo Zanetti con il giovane tecnico spagnolo in panchina. Dopo 3 sconfitte è necessaria una vittoria. In alto mare la formazione: i nuovi subito in campo?

di Bruno Ferretti

A Livorno, contro il fanalino di coda, l’Ascoli cerca riscatto dopo 3 sconfitte consecutive che lo hanno fatto scivolare a 3 punti dai playoff. É la prima partita del dopo Zanetti, esonerato dopo il ko casalingo con il Frosinone. L’allenatore Veneto ha pagato anche per colpe non sue facendo da parafulmine alla squadra e alla dirigenza. Ora non ci sono più alibi: contano solo i risultati.

Il tecnico Abascal esordisce in prima squadra

I bianconeri hanno trascorso l’intera settimana in ritiro punitivo a Roma sotto la guida di Guillermo Abascal, il trentenne spagnolo, allenatore della Primavera. A lui è stata provvisoriamente affidata la squadra dopo l’esonero di Zanetti. Il patron Pulcinelli ha detto che annuncerà il nuovo trainer dopo la partita di Livorno (favorito Stellone) ma non si può escludere la conferma di Abascal se dovesse vincere. Con il mercato in corso è stata una settimana particolare, tesa. Hanno lasciato l`Ascoli diversi calciatori trasferiti altrove: Ardemagni e D’Elia al Frosinone, Chajia all’Entella, Da Cruz allo Sheffield (Inghilterra), Lanni (Novara). Sono arrivati: Ranieri (dalla Fiorentina), Eramo e Sernicola (Entella), Trotta (Frosinone), Marchegiani (Novara), Pinto (Benfica) e Covic (Hertha Berlino), con la possibilità di ulteriori aggiornamenti perché quando l’Ascoli è partito da Roma per Livorno, il mercato non era ancora chiuso.

Scamacca con l’ex capitano Ardemagni

Il momento dei bianconeri è delicato e difficile. Al “Picchi” di Livorno è assolutamente necessario un risultato positivo, meglio sarebbe una vittoria. Diversamente si spancherebbe una grave crisi, forse irreversibile. Non è azzardato affermare che è in gioco la stagione.
In alto mare la formazione. Abascal porterà i nuovi in panchina o ne utilizzerà subito qualcuno? Tutto è possibile. Manterrà il modulo 4-3-1-2 con Morosini dietro Scamacca e Trotta? Vedremo. Lo spagnolo cercherà di giocarsi bene le carte. La partita contro il fanalino di coda Livorno è fondamentale anche per lui.
LIVORNO (3-5-2): Plizzari; Morelli, Gonnelli, Boben; Morganella, Del Prato, Luci, Agazzi, Porcino; Marras, Mazzeo.
A disposizione: Zima, Ricci, Marie Sainte, Coppola, Pallecchi, Rocca, Viviani, Ruggiero, D’Angelo, Rizzo A., Rizzo L. Braken. All.: Tramezzani.
ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Andreoni, Brosco, Gravillon, Padoin: Cavion, Petrucci, Brlek; Morosini; Scamacca, Trotta.
A disposizione: Marchegiani, Pucino, Valentini, Ranieri, Sernicola, Ferigra, Scorza, De Alcantara, Pinto, Covic, Beretta, Matos. All. Abascal.
ARBITRO: Ros di Pordenone (assistenti)  Margani di Latina e Berti di Prato, quarto ufficiale Maggio di Lodi.
STADIO: “Picchi” di Livorno, ore 15.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X