facebook rss

Ascoli, al 95′ la beffa più atroce
Il portiere Provedel segna il gol del 2-2
e la Juve Stabia si porta via un punto

SERIE B - Avevano segnato Scamacca al 10' e il ritrovato Ninkovic a 7 minuti dalla fine. I campani protestano per un possibile rigore. I 4 minuti di recupero erano scaduti ma l'arbitro Pezzuto ha consentito agli ospiti di battere la punizione fatale

di Bruno Ferretti

Cominciamo dalla fine. È il 38′ della ripresa quando Ninkovic e Brlek entrano in campo al posto di Padoin e Morosini. E sono proprio i nuovi entrati a confezionare il gol che riporta l’Ascoli avanti e regala l’illusione della vittoria. Azione in velocità di Brlek a destra, assiste per Ninkovic sul fronte opposto. Il serbo evita l’ultimo difensore della Juve Stabia e infila l’angolo basso alla sinistra di Provedel.

Il gol di Provedel nel recupero

La vittoria sembra ormai in tasca, ma così non è. L’arbitro decreta 4 minuti di recupero ma allunga di una manciata di secondi per consentire alla Juve Stabia di battere una punizione sulla trequarti. Calò mette in mezzo, Leali sbaglia l’uscita e il collega Provedel lo beffa deviando di testa in rete. Finisce così 2-2 con grande delusione dei bianconeri che credevano di avere ormai i 3 punti palio. Deluso anche Stellone che pregustava un esordio vittorioso in panchina. Il pareggio non consente all’Ascoli di riavvicinarsi alla zona playoff come avrebbe desiderato.

Ninkovic aveva riportato in vantaggio l’Ascoli

LA PARTITA. Nell’Ascoli, alle prese con numerose assenze, debutta il terzino sinistro Sernicola e rientra, dopo lunga assenza, Ferigra. Prendono il posto di Ranieri e Brlek. La difesa è completata da Andreoni a destra e Gravillon centrale di sinistra. Confermato il resto della formazione che ha stravinto a Livorno. Morosini agisce dietro le due punte Scamacca e Trotta, mentre Ninkovic (reintegrato) parte dalla panchina. Nella Juve Stabia dietro le punte Forte e Canotto gioca Bifulco mentre Addae, tornato al Del Duca da ex dopo 5 anni in bianconero, gioca mezz’ala destra in linea con Calo’ e Mallamo.
L’Ascoli è determinato a centrare la seconda vittoria consecutiva e comincia bene di fronte al nuovo allenatore e dopo dieci minuti passa in vantaggio. In azione di ripartenza Fazio commette un grave errore di controllo e serve involontariamente Scamacca che avanza e batte Provedel a fil di palo. Per il giovane attaccante, che non segnava da due mesi, è il settimo gol stagionale. Esultanza bianconera in campo e sugli spalti. La Juve Stabia cerca di rialzare subito la testa e invoca un calcio di rigore quando Andreoni sgambetto Bifulco in area. Ma l’arbitro Pezzuto vede una simulazione del campano e lo ammonisce. La Juve Stabia insiste e costruisce azioni offensive ma si rende mai pericolosa. Le punte Forte e Canotto sono… spuntate.

I tifosi dell’Ascoli

Prova a svegliarsi la Juve Stabia all’inizio della ripresa. Leali sbaglia l’uscita travolgendo Addae e Forte, di testa, non inquadra la porta vuota. Il portiere si riscatta al 5′ deviando in tuffo una sventola di Bifulco. Quando Ninkovic batte Provedel (quinto gol stagionale) mancano 7 minuti alla fine e per l’Ascoli sembra ormai fatta. Ma la beffa più atroce è dietro l’angolo e si materializza al 5′ di recupero con il pareggio di Provedel che si iscrive nella lista dei portieri goleador. Ci mancava pure questa.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali: Andreoni, Ferigra, Gravillon, Sernicola; Cavion, Petrucci, Padoin (37′ st Ninkovic); Morosini (37′ pt Brlek); Scamacca, Trotta (42′ st Troiano).
A disposizione: Marchegiani, Novi, Valentini, De Alcantara, Pinto, Covic, Beretta, Matos.
Allenatore: Stellone.
JUVE STABIA (4-3-1-2): Provedel; Vitiello, Fazio, Allievi, Germoni; Addae, Calo’, Mallamo (42′ st Di Mariano); Bifulco (37′ st Izco); Canotto 32′ st Rossi), Forte. A disposizione: Polverino, Esposito, Tonucci, Ricci, Mezavilla, Melara, Di Gennaro, Buchel, Calvano.
Allenatore: Caserta.
ARBITRO: Pezzuto di Lecce (assistenti Scarpa di Reggio Emilia e Ruggieri di Pescara, quarto ufficiale Camplone di Pescara).
RETI: 10′ pt Scamacca, 12′ st Forte (rigore), 38′ st Ninkovic, 50′ st Provedel.
NOTE: spettatori paganti 1.730 incasso 15.569 euro (4.197 paganti, quota 33.181). Angoli 6-5 per l’Ascoli. Ammoniti: Allievi, Fazio, Bifulco, Gravillon e Morosini. Recupero: 1’+5


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X