facebook rss

“Miseria e nobiltà”, il classico che conquista
Ed ora il Ventidio aspetta i Queen
(Le foto)

ASCOLI - Lo spettacolo con Lello Arena, che ha riadattato il classico di Scarpetta insieme a Luciano Melchionna, è andato in scena nel weekend tra gli applausi del Massimo. Prossimo evento della stagione di prosa il 18 e 19 febbraio col musical "We will rock you" e le canzoni della band di Freddie Mercury

Lello Arena e il cast di “Miseria e Nobiltà” alla fine dello spettacolo (fotoservizio Pierluigi Giorgi)

In attesa dei Queen, “Miseria e nobiltà” vince e convince. Il Ventidio Basso ha salutato con soddisfazione la due giorni con Lello Arena nei panni che al cinema furono di Totò. Insieme a Luciano Melchionna (quest’ultimo in veste di regista), l’attore campano ha riadattato il testo del grande Eduardo Scarpetta portando con successo su palco uno dei classici intramontabili del teatro italiano.
Il Massimo ha ben accolto questa nuova versione andata in scena nel weekend, in cui non restano traditi messaggi, atmosfere, meschinità e buonumore, per un quadro oggi più che mai attuale, dove la lotta per la sopravvivenza vede protagonisti fantasmi di esistenze pronti a combattere in ogni modo per venire alla “luce”.
Ora i fari della stagione di prosa sono puntati su uno degli eventi più attesi, vale a dire il musical “We will rock you”, dedicato come titolo suggerisce all’arte dei Queen di Freddie Mercury. Si tratta di uno degli spettacoli più visti al mondo, autorizzato e prodotto da Ben Elton con Brian May e Roger Taylor. Andrà in scena il 18 e 19 febbraio alle 21, con Martha Rossi e Luca Marconi nei panni dei protagonisti Scaramouche e Galileo.

Lu. Ca.  

La fotogallery di Pierluigi Giorgi 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X