facebook rss

Festival dell’Appennino
Presentata alla Bit l’edizione 2020

MILANO - Lanciotti, Nicu e Tulli hanno presentato il nuovo format e anticipato i contenuti degli eventi che si svolgeranno dal 26 giugno al 5 luglio, per culminare nella chiusura del 1o luglio. Novità di quest'anno, il "Campo base" allestito al centro di Ascoli, teatro di degustazioni di prodotti tipici ma anche di spettacoli teatrali, musicali e cinematografici

Ledizione 2020 del Festival dell’Appennino, il progetto di valorizzazione del territorio realizzato dall’associazione Appennino Up insieme alla Fondazione Carisap nell’ambito di Masterplan terremotto, è stata presentata alla Bit di Milano nello stand della Regione Marche.

Ad introdurre le novità e illustrare il programma dell’iniziativa, nata con lo scopo di attivare nel territorio processi turistici virtuosi e stimolare la ripartenza dell’economia dell’area montana, è toccato a Carlo Lanciotti, mentre Valeria Nicu, collaboratrice del Festival, ha spiegato il format e il responsabile della Piceno Tour, Stefano Tulli, ha  descritto i pacchetti turistici proposti nella prestigiosa sede milanese.

Carlo Lanciotti, Valeria Nicu e Stefano Tulli

Il Festival arrivato alla sua nona edizione, nel 2020  si presenterà con eventi quotidiani dal 26 giugno al 5 luglio e la giornata di chiusura il 10 luglio.  In un format pensato per poter proporre pacchetti turistici che siano funzionali a un pubblico di specialisti del settore, agenzie italiane e tour operatori stranieri.

Tutti gli eventi proposti sono un felice connubio tra avvincenti escursioni alla ricerca di paesaggi dimenticati, antiche tradizioni e leggende, borghi pieni di fascino e suggestione, ed eventi culturali. L’originalità che  li caratterizza si basa anche sul coinvolgimento delle comunità locali nell’individuare ed esaltare le peculiarità paesaggistiche e culturali del luogo. L’aspetto artistico è, infatti, funzionale alla creazione di scenari incantevoli per vivere a pieno la magia dei Monti Sibillini e dei Monti della Laga.

Il nuovo format 2020 prevede l’allestimento nel cuore di Ascoli Piceno, porta naturale verso l’Appennino, di un “Campo base” – tra il Chiostro di San Francesco e Sala Cola dell’Amatrice – dove ogni sera, dalle 18,30 sarà possibile gustare prodotti tipici, assistere a spettacoli teatrali, musicali, cinematografici e a coinvolgenti incontri con autori e protagonisti del mondo della montagna. Tra gli ospiti Massimiliano Ossini, Franco Arminio, Vincenzo Mollica, Erri De Luca, Licia Colò, Marco Albino Ferrari, Gli Slegati, Mario Polia, Augusto Ciuffetti, il Coro alpino La Cordata, Franco Michieli, lo Chef Fabio Lai.

Al mattino invece dal 25 giugno al 5 luglio, sono previste escursioni, di media e impegnativa difficoltà, ai piedi e tra le meravigliose vette dei Sibillini e Laga più nascosta, con momenti di suggestione artistica, filosofica e musicale. Come sempre ogni escursione si svolgerà in piena sicurezza con  la presenza di guide specializzate mentre i pasti potranno essere al sacco o organizzati dalle comunità locali.

I partner del Festival sono la Compagnia dei Folli, l’Ecomuseo Monte dell’Ascensione, A.R.T. & Co., l’Associazione Cammini della Marca, l’Associazione di guide turistiche Marche V regio, la Piceno Mountain, l’APS Libero Spirito, il tour operator e agenzia di viaggi Piceno Tour, il Bim Tronto, l’agenzia di viaggi My Marche Travel, l’agenzia di comunicazione Fas e la progettista Sonia Marcozzi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X