facebook rss

Ascoli in zona retrocessione
se non batte la Cremonese,
alta tensione intorno ai lombardi

SERIE B - Stellone (un punto in due partite) sabato cercherà la prima vittoria necessaria per non finire in piena crisi. Beretta e Piccinocchi ancora out

La delusione bianconera dopo il 3-1 di La Spezia: lo sguardo di Stellone e le mani in testa di Scamacca sono tutto un programma

di Bruno Ferretti

Quadro sanitario immutato per l’Ascoli rispetto alla scorsa settimana. Allenamento ridotto per Beretta e Piccinocchi ancora indisponibili, terapie post operatorie per Ranieri e Rosseti. Ciò significa che Stellone contro la Cremonese potrà utilizzare gli stessi uomini di La Spezia. Per il tecnico romano sarà la terza partita sulla panchina dell’Ascoli, e spera di conquistare la prima vittoria dopo il pareggio in casa con la Juve Stabia e la sconfitta al “Picco”. Un punto in due partite: bottino davvero magro. È questa l’amara realtà. I bianconeri effettueranno l’allenamento del martedì alle ore 10 al “Picchio Village”. Ovviamente a porte chiuse. Così nessuno vede, nessuno sa.

Mister Stellone

TENSIONE A CREMONA – La goleada contro il Trapani (5-0) non ha placato la contestazioni dei tifosi della Cremonese, squadra costruita senza badare a spese. Partita con grosse ambizioni di classifica, i grigiorossi (prossimi avversari dell’Ascoli) si ritrovano in piena zona playout. Prima della partita col Trapani dalla curva degli ultras sono partiti cori pesanti contro il dg Paolo Armenia, il ds Nereo Bonato e il tecnico Massimo Rastelli. Su uno striscione era scritto: “Armenia, Rastelli e Bonato per noi è finito il vostro campionato”. L’unico escluso dalla violenta contestazione é stato il presidente Giovanni Arvedi che ha investito diversi milioni per allestire una squadra in grado di lottare per la preparazione. E invece… Clima pesante, dunque, intorno alla Cremonese che sabato prossimo sarà di scena al “Del Duca”. Con 26 punti la compagine lombarda é al quart’ultimo posto e rischia la retrocessione. Altro che Serie A!


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X