facebook rss

Forza Italia, Regoli all’attacco:
«Prima la buona politica
e poi gli interessi personali»

ASCOLI - Le stoccate della vice commissaria regionale: «Servirebbe un rinnovamento vero, radicale di persone e comportamenti. Se si affida il proprio futuro politico a certi personaggi, la china del declino e della irrilevanza politica per Forza Italia temo sarà inevitabile»

E’ sempre scoppiettante il clima interno ai forzisti ascolani in vista delle elezioni regionali. Nonostante i tentativi del neo commissario regionale Francesco Battistoni (leggi l’articolo) di far ripartire l’azione politica a livello locale, restano sul tavolo ancora le scorie della passata campagna elettorale per le Comunali. Dalla vice commissaria regionale Claudia Regoli arrivano dure accuse anche se la diretta interessata non fa nomi diretti. «È a dir poco imbarazzante – accusa – vedere e ascoltare gli autori della teoria della corsa solitaria e “vincente” alle elezioni comunali di Ascoli, essere oggi i candidati protagonisti di una ricucitura del centrodestra o addirittura di un ingresso nella giunta Fioravanti.

Claudia Regoli

Senza remora e senza memoria dei giudizi terribili a suo tempo lanciati sulla “inadeguatezza” della figura del candidato sindaco per non parlare dei giudizi sulla sua maggioranza “sovranista ed estremista”». 

La Regoli prosegue: «Ma che importa? – si chiede – Per una poltrona o magari per un accordo in vista delle regionali, tutto si può dimenticare? Anche la coerenza, i valori, gli impegni assunti con gli elettori? Dopo otto mesi, lo stesso “campione” dell’antisovranismo all’ascolana fa una giravolta e difende la candidatura del sovranista Acquaroli di Fdi (tra l’altro non si capisce a che titolo visto che la scelta sarà del tavolo nazionale!!). Il popolo moderato non va più difeso o, meglio, prima dei moderati va difesa la propria poltrona in regione? Niente di nuovo sotto il sole. Come sempre – conclude – vengono anteposti gli interessi personali (e quelli dei propri collaboratori) a quelli della buona politica. Servirebbe un rinnovamento vero, radicale di persone e comportamenti. Se si affida il proprio futuro poltico a certi personaggi, la china del declino e della irrilevanza politica per Forza Italia temo sarà inevitabile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X