facebook rss

Giovane donna ferita in montagna,
salvata dai soccorritori

INFERNACCIO - La ragazza si è fratturata una caviglia in una zona impervia e i soccorritori hanno dovuto camminare ore per raggiungerla, issarla sulla barella e trasportarla a mano facendo il percorso inverso. E' intervenuta anche l'eliambulanza per tentare il recupero con il verricello, ma il vento ha impedito l'operazione 

L’eliambulanza sta per arrivare sul luogo dell’incidente

E’ stata recuperata solo in tarda serata una donna di 27 anni che nel primo pomeriggio di oggi, 25 febbraio, è rimasta vittima di un incidente in montagna, in una zona impervia dell’Infernaccio, a mezz’ora di cammino dall’Eremo di San Leonardo, chiamata “Le cascate nascoste”, nel Comune di Montefortino. Durante un’escursione insieme con il compagno l’escursionista si è fratturata una gamba e non riuscendo più a proseguire ha chiamato aiuto. Sul posto sono arrivati la squadra dei Vigili del fuoco di Amandola, i Carabinieri di Montefortino, l’ambulanza del 118 e gli uomini del Soccorso Alpino che, dopo aver individuato la giovane tramite il gps del suo cellulare, le hanno parlato e chiesto di non muoversi in attesa del loro arrivo.

E’ stata allertata anche l’eliambulanza per tentare il recupero con il verricello e velocizzare il salvataggio. L’operazione però è risultata impossibile a causa del vento ed il velivolo è ripartito senza la paziente a bordo. A quel punto si è capito che rimaneva solo l’approccio a piedi per i Vigili del fuoco, gli uomini del Soccorso Alpino e i sanitari del 118, che hanno raggiunto la donna e l’hanno issata sulla barella trasportandola a piedi per oltre due ore. Nel frattempo si era fatta notte ed il buio ha reso ancor più difficoltosa la “camminata” e dilatato ulteriormente i tempi.  Appena è stato possibile l’hanno poi caricata sulla campagnola fino a raggiungere la piazzola dove era riuscita ad arrivare l’ambulanza. La ragazza è stata poi trasportata all’ospedale “Murri” di Fermo.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X