facebook rss

Auto contromano sulla Circonvallazione,
era una donna colpita da malore

ASCOLI - E' avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedì. Il suv sembrava impazzito, è stato schivato da auto e camion, poi è stato bloccato all'altezza del semaforo davanti la caserma dei Carabinieri, dove c'è scappato un tamponamento con ferito. Svelato il mistero del video che sta impazzando sul web

L’auto contromano sulla Circonvallazione

di Andrea Ferretti

Ha avuto un malore mentre si trovava al volante, ha guidato per almeno due chilometri quasi in stato di semi incoscienza e alla fine ci è scappato un incidente, che però non l’ha coinvolta. Protagonista una donna di circa 50 anni. Si trovava a bordo di un suv di colore nero che nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 27 febbraio, ad Ascoli stava percorrendo la Circonvallazione, proveniente da Monticelli.

Ad un certo punto ha iniziato a sbandare invadendo ripetutamente la corsia opposta e rischiando di causare incidenti entrando in collisione con auto e camion che provenivano dal senso opposto. L’auto è inevitabilmente diventata protagonista di un video che sta impazzando sul web, frutto delle riprese di chi si è divertito molto (almeno ascoltando l’audio) procedendo alle sue spalle per un paio di chilometri peraltro senza avvisare (sempre dall’audio, non si sente nulla al riguardo) quantomeno i Carabinieri la cui caserma si trova lungo la stessa strada, a due passi. E’ proprio lì davanti, all’altezza del semaforo da cui si svolta per Porta Cappuccina, che è finita la corsa del suv.

Automobilisti, e anche i Carabinieri nel frattempo allertati, sono intervenuti rendendosi subito conto che alla guida c’era una donna che non stava bene, in stato confusionale, bisognosa di essere soccorsa.

Il traffco si è bloccato e c’è scappato l’incidente con un’auto piombata su quelle ferme. Alla fine è rimasto ferito, non in maniera grave, un uomo di 47 anni, e in maniera lieve anche un carabiniere, fuori servizio, intervenuto per prestare soccorso. Anche la donna è stata accompagnata in ospedale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X