facebook rss

Tassa di soggiorno,
aumenti dal 2021
Il sindaco Piergallini:
«Finanzierà il lungomare»

GROTTAMMARE - La modifica proposta dall’Amministrazione prevede l’aumento a 1 euro per i campeggi e i B&B, a 1,5 euro per gli hotel a 3 stelle e a 2 euro per i 4 stelle, con il periodo di applicazione esteso dal  1 giugno al 15 settembre per i primi 7 giorni di soggiorno

Enrico Piergallini, sindaco di Grottammare

Aumenta la tassa di soggiorno a partire dal 2021 per finanziare il progetto del nuovo lungomare. «Abbiamo convocato la riunione prima dell’emergenza Covid-19 –ha detto il sindaco Enrico Piergallini nei giorni scors  – le ristrettezze di bilancio e la volontà di realizzare investimenti strategici per la città ci avevano infatti convinti a valutare la possibilità di adeguare le tariffe della tassa di soggiorno applicata a Grottammare a quelle della vicina San Benedetto. Ciò avrebbe consentito al bilancio di respirare senza chiedere un  grande sacrificio ai  nostri ospiti».

La tassa di soggiorno applicata nel territorio comunale prevede attualmente una tariffa di 0,50 euro al giorno per campeggi e bed and breakfast; di 1 euro invece per tutte le altre strutture ricettive. Il periodo di applicazione attualmente in vigore va dal 1° luglio al 31 agosto per i primi 6 giorni di soggiorno.

La modifica proposta dall’Amministrazione, invece, prevede l’aumento a 1 euro per i campeggi e i bed and breakfast, a 1,5 euro per gli hotel a 3 stelle e a 2 euro per i 4 stelle, con il periodo di applicazione esteso dal  1 giugno al 15 settembre per i primi 7 giorni di soggiorno, conformando così l’imposta di soggiorno a quella applicata a San Benedetto.

«Nel 2021  – annuncia il primo cittadino – l’aumento della tassa di soggiorno servirà per finanziare la rata di un mutuo strategico per la città, quello che servirà ad aprire il cantiere per la riqualificazione del lungomare nord, un’opera per la quale prevediamo un importo complessivo di 1.300.000 euro. E’ una scelta di visione: soprattutto in questa fase di crisi, sarebbe assolutamente sbagliato dare l’immagine di una città anemica o impaurita: gli investimenti che stiamo realizzando in questi mesi (piazza Stazione e ingresso vecchio incasato, ndr) e il futuro cantiere del lungomare serviranno soprattutto a restituire l’immagine di una città in movimento, che investe sui luoghi turisticamente strategici per la propria immagine».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X