facebook rss

Ascoli e Stellone trattano la rescissione consensuale: le parti sembrano lontane

SERIE B - Manca solo l'annuncio ufficiale per Abascal, la scelta per il terzo allenatore sembra ormai scontata. Emergenza Coronavirus: i presidenti di Benevento e Frosinone mettono le mani avanti

Stellone

di Bruno Ferretti

L’annuncio, finora mancato, del nuovo allenatore dell’Ascoli lascia perplessi. Sull’esonero di Stellone non sembrano più esserci dubbi, ma non si potrà considerare cosa fatta senza una comunicazione ufficiale da parte della società. Tutto lascia supporre che il terzo allenatore stagionale dell’Ascoli sarà Guillermo Abascal Perez il quale si sta comportando molto bene alla guida della Primavera ormai prossima a festeggiare la promozione dopo una stagione entusiasmante. Ma, come detto, senza l’annuncio, resta tutto indeciso. Può essere che l’Ascoli stia seguendo un’altra strada? Possibile, ma difficile. Appare probabile, invece, che la società bianconera voglia trovare una soluzione condivisa con Stellone sul piano economico, e su questo mancherebbe ancora un’intesa che metta tutti d’accordo.

Gli allenamenti, salvo novità, riprenderanno domenica 15 marzo Dopo la lunga sosta per l’emergenza Coronavirus, il campionato dell’Ascoli riprenderà contro il Perugia al “Del Duca”. Salvo che Coni, Federazione e Lega Calcio non decidano diversamente. 

Intanto, per la serie “ognuno pensa per se stesso”, il presidente del Benevento capolista, Oreste Vigorito, ha messo le mani avanti sostenendo che in caso annullamento del campionato e congelamento della classifica (ovvero mancata promozione del Benevento) lascerà la società abbandonando il calcio. E altrettanto si dichiara pronto a fare Maurizio Stirpe, patron del Frosinone: «Se il campionato finisse adesso – ha detto Stirpe – e il Frosinone, terzo, non fosse promosso in Serie A, lascerò».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X