facebook rss

Alza le mani anche la Zarepta:
domenica l’ultimo pasto
fino alla fine dell’emergenza

EMERGENZA - La mensa dei poveri di Ascoli non può più garantire il servizio per difficoltà legate allo spostamento dei volontari e al reperimento dei generi alimentari. La sede di viale De Gasperi è frequentata da circa 50 persone al giorno

Il vescovo alla mensa della Zarepta

Di fronte al Coronavirus alza le mani anche la mensa dei poveri Zarepta che, nonostante le tante difficoltà, era ugualmente riuscita a garantire il servizio anche negli ultimi giorni. Il presidente dell’associazione Zarepta, l’avvocato Corrado Bruni, alla luce della decisione del consiglio direttivo, ha comunicato ai referenti dei turni, che da lunedì prossimo 16 marzo la mensa, situata nella sede del Pas (Polo aggregazione e solidarietà) in viale Alcide De Gasperi 1, chiuderà.

«Il Consiglio direttivo – rende noto Corrado Bruni  – vista la carenza di volontari addetti alla cucina e soprattutto all’approvvigionamento di generi alimentari, vista l’ attuale situazione igienico-sanitaria in cui versa la città di Ascoli e le difficoltà legate agli spostamenti dei volontari, ha deciso di sospendere l’attività di mensa a partire da lunedì prossimo 16 marzo fino a data che verrà stabilita in base alla situazione generale e alla disponibilità dei volontari». «I pasti quindi – conclude il presidente dell’associazione di volontariato – saranno serviti fino a domani domenica. Anche a nome del direttivo, ringrazio per la disponibilità i volontari che hanno prestato e presteranno servizio in questi giorni».

Decisione inevitabile alla luce della situazione. Ogni giorno la mensa Zarepta, che fornisce un pasto caldo a tutti coloro che ne hanno bisogno, vede mediamente la presenza di una cinquantina di persone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X