facebook rss

Il Coni decide sui campionati:
se saranno fermati Ascoli salvo
Dubbi playoff e playout

CALCIO - Giovedì 26 marzo incontro, forse decisivo, con il Ministro dello Sport. Stop o proseguimento? Nessuno può conoscere l'evoluzione del Coronavirus
Print Friendly, PDF & Email

La sede della Federcalcio

di Bruno Ferretti

Campionati di calcio: già finiti o si prosegue? Una decisione molto importante, forse decisiva, verrà presa giovedì prossimo 26 nel vertice programmato al Coni sotto la direzione del presidente nazionale Malago’ e del ministro dello sport Spadafora. All’ordine del giorno la ripresa o meno dei campionati, dalla Serie A a quelli dilettanti e giovanili. Sarà dato lo stop oppure, appena possibile, si ripartirà per arrivare a luglio-agosto? Tutto dipende dall’evoluzione del Coronavirus. Vero è che il rischio di una forzata interruzione a questo punto appare, purtroppo, piuttosto concreto.

È tutto fermo da due settimane, interrotti anche gli allenamenti. Se si deciderà di ripartire, ovviamente quando possibile, gli esiti arriveranno fra luglio e agosto con “invasione” nella successiva stagione 2020-2021. Se invece ci sarà lo stop si valuterà un’ipotesi per promozioni e retrocessioni, eliminando playoff e playout. Eccola.

La sede del Coni

SERIE A – Scudetto assegnato alla Juventus che è prima, con buona pace delle rivali Lazio e Inter distaccate, rispettivamente, di uno e due punti. Retrocedono in B le ultime due (Brescia, Spal), salve Lecce e Genoa.

SERIE B – Promosse solo le prime due (Benevento, Crotone), senza playoff. Tre retrocessioni (Livorno, Trapani, Cosenza) senza playout. L’Ascoli è salvo senza la necessità di disputare il recupero con la Cremonese che, se così fosse, sarebbe inutile.

SERIE C e D – Promosse le prime di ogni girone di C (Monza, Vicenza, Reggina) senza playoff con buona pace di Bari, Ternana, Padova, Reggiana, Carpi e altre ambiziose aspiranti. Retrocedono le ultime tre di ciascun girone per fare spazio alle vincenti dei nove  gironi di Serie D che sono: Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto, Palermo. È solo un’ipotesi, ma concreta.

Sostieni Cronache Picene

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Picene lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT24F0847413502000000005641
  • Intestatario: Cronache Picene S.r.l - Banca: BCC di Ascoli Piceno


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X