Quantcast
facebook rss

Coronavirus, a Pasqua buone notizie:
i guariti nel Piceno sono 18,
e altri 19 in attesa di conferma

EMERGENZA - I dati del Sisp, arrivati nella notte, riferiscono di 227 positivi nella provincia di Ascoli, di cui solo 12 ricoverati. Il Gores ha registrato 92 nuovi casi su 997 tamponi processati nelle Marche. A San Benedetto tablet a disposizione dei pazienti Covid per salutare le famiglie. Più tamponi e diagnostica per immagini
...

Il dottor Claudio Angelini

Dietro la parola emergenza non c’è solo l’immagine di attività frenetiche per arginare danni irreparabili. Si cela anche un lavoro costante, quotidiano e incessante che non può permettersi di riconoscere giorni di festa e orari. La pandemia da Coronavirus contempla entrambi gli aspetti. I reparti dell’ospedale Covid del Piceno, il “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, oggi, 12 aprile, giorno di Pasqua, l’unica differenza sta nel fatto che il personale sanitario ha messo dei tablet a disposizione dei pazienti per far salutare loro i parenti che sono a casa. Mentre il servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Area Vasta 5, diretto dal dottor Claudio Angelini, ha inviato l’aggiornamento sulla situazione contagi, ricoveri, guariti ed altro, raggruppati all’11 aprile, nel cuore della notte. Cioè appena ha potuto.

Dati che val la pena evidenziare perché riportano 18 persone guarite, in ragione anche del secondo tampone di verifica effettuato a distanza di 24 ore dal primo. In 10 sono risultati negativi al primo test e sono in attesa del secondo. In 9 hanno ricevuto la convocazione per il primo tampone. Questo vuole dire che entro due o tre giorni al massimo, il Piceno potrà gridare a 37 persone uscite dall’incubo. 

Dall’inizio della diffusione del contagio, i positivi nella provincia di Ascoli sono 255, con 6 nuovi rilevati ieri. Il Gores dava 249 casi. Nel numero però ci sono anche i 18 guariti, di cui 8 nel Comune di Ascoli, e i 10 decessi. L’ultimo, del 51enne di Comunanza, Piero Pace, ha ricordato a tutti di quanto sia subdolo e pericoloso il virus, in grado di colpire alla cieca e fare danni anche laddove si pensava il contrario. Il riferimento è alle “patologie pregresse” che compaiono quasi come una giustificazione all’azione letale della malattia.

I contagiati della provincia di Ascoli sono quindi adesso 227. Di questi solo 12 sono ricoverati all’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, Covid Hospital, 6 in terapia intensiva, 2 in semintesiva e 2 nell’area medica (ex Geriatria). In 19 sono tornati a casa dopo il ricovero e 186 non hanno avuto bisogno di cure ospedaliere. Si stanno curando a casa. In tutto tra i positivi, in 41 hanno fatto ricorso all’ospedale.

Un quadro che si avvicina ad essere rassicurante. E’ pure vero che delle 385 persone in isolamento, 370 per il Gores, 116 stanno manifestando sintomi. Ma la tendenza è quella di accorciare i tempi per conoscere la diagnosi. Il laboratorio analisi continua a lavorare a ritmo di 300 esami di tamponi al giorno, di cui una cinquantina per i casi urgenti. Le strutture ospedaliere poi si stanno avvalendo della diagnostica per immagini per scovare il virus, in affiancamento dei test, con ecografi portatili. Ne sono già arrivati alcuni per San Benedetto e per le Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) che li useranno nelle visite a domicilio. Un altro ecografo arriverà al “Mazzoni” di Ascoli e sarà a disposizione del reparto di Medicina d’Urgenza, dove entro il mese di aprile sarà pronta la stanza per la Tac dedicata ai casi sospetti, anche in presenza di tampone negativo.

Il Gores oggi parla 92 i nuovi casi di Coronavirus nelle Marche, dopo l’esame degli ultimi 997 tamponi processati. A livello giornaliero si tratta di un’incidenza di positivi del 9,2% rispetto alle analisi svolte nelle ultime 24 ore. Il dato più basso dall’inizio dell’emergenza. Ieri era dell’11,6%. In totale quindi nella nostra regione i contagi salgono a 5.303 su 21.057 tamponi complessivi. 

m.n.g.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X