Quantcast
facebook rss

Anche a Pasqua in azione
un esercito di 800 volontari
Brugni: «Ora buoni spesa
per le famiglie toccate
dal Coronavirus»

ASCOLI - L'assessorato comunale ai servizi sociali coordina l'attività di ben 25 associazioni. Entro maggio il buono affitti per venire incontro a 250 famiglie in difficoltà. Il sindaco depone un mazzo di fiori nel cimitero a nome di tutti i cittadini
...

L’assessore comunale di Ascoli Massimiliano Brugni

C’è un esercito del bene e della solidarietà formato da circa 800 volontari che quotidianamente opera, anche a Pasqua e Pasquetta, per aiutare le persone in difficoltà dopo l’esplosione dell’emergenza Coronavirus che è sanitaria ma anche sociale. Venticinque associazioni, oltre alla Protezione Civile sempre in prima linea, che fanno riferimento al “Tavolo delle povertà” voluto dall’assessorato comunale ai servizi sociali guidato da Massimiliano Brugni il quale fa da regista delle varie attività. Difronte all’emergenza Coronavirus questa rete della solidarietà sta svolgendo un servizio semplicemente essenziale. Ne va orgoglioso l’assessore Massimiliano Brugni. «Anche oggi – commenta – abbiamo distribuito colombe e uova di Pasqua alla Zarepta, la mensa dei poveri, e in altre strutture di accoglienza. Ogni azione dell’assessorato è condivisa e coordinata con queste associazione che costituiscono una ricchezza di idee e di operatività. Fino ad oggi, tra le varie iniziative coordinate dal Comune, sono stati effettuati interventi per oltre mezzo milioni di lire. La mappatura dei bisogni è continua».

Nuove iniziative sono in arrivo. «La distribuzione dei buoni della spesa alimentare, come promesso, – commenta l’assessore – è avvenuta prima di Pasqua. Ora, come annunciato anche dal sindaco, vogliamo allargare ulteriormente i fruitori di questo beneficio. Un altro blocco di buoni avrà come destinatarie le famiglie che sono state toccate dal Coronavirus. Ed entro maggio dovremmo distribuire il bonus affitto sempre per le famiglie in difficoltà: contiamo di venire incontro a 250 famiglie. Abbiamo a disposizione 260.000 euro concessi dalla Regione e con finanziati dal Comune».

 

Nel gorno di Pasqua il sindaco Marco Fioravanti, interpretando il sentimento collettivo, ha deposto  questa mattina un mazzo di fiori nel cimitero civico, chiuso a seguito del Coronavirus, a nome di tutti gli ascolani con l’augurio che presto tutti possano tornare a rendere omagggio ai propri defunti. Inoltre sempre oggi il primo cittadino ha consegnato colombe pasquali al Pas (Polo Accoglienza e Solidarietà) e agli utenti delle case di riposo.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X