Quantcast
facebook rss

Il Coronavirus non frena
le passioni: Serena Citeroni
si laurea per la terza volta

IL TRAGUARDO - Ha discusso on line la tesi per la laurea magistrale in Economia, Mercati ed Intermediari Finanziari, indirizzo "International Finance and Economics", all'Università di Macerata, dove aveva già conseguito la triennale ed una magistrale. La sorella Sara: «In questo giorno di gioia, la speranza e l'augurio che la pandemia finisca al più presto e tutti possano tornare ad abbracciarsi»
...

Il Coronavirus, con tutte le restrizioni imposte, rischia di raffreddare sogni e passioni. Non è stato così per Serena Citeroni, 30enne ascolana che il 14 aprile si è laureata per la terza volta in Economia. In questo caso on line ed integralmente in inglese, ha discusso la tesi che le è valsa la corona d’alloro, per la laurea magistrale, in Mercati ed Intermediari Finanziari, indirizzo “International Finance and Economics”, all’Università di Macerata.

Serena, a 22 anni (era il 21 febbraio 2013) e sempre a Macerata, ha completato la triennale in Economia, Banche, Aziende e Mercati, indirizzo “Economia e Commercio Internazionale”.  Il 14 Luglio 2015, Serena aveva 25 anni, è stata la volta della laurea magistrale in Economia, Consulenza e Direzione Aziendale, indirizzo “Professionale”.
«La sua passione per le materie economiche sia nel campo nazionale che internazionale e per la lingua inglese, fondamentale per questo tipo di studio, l’ha spinta due anni fa ad iscriversi ed intraprendere un nuovo percorso, tutto in inglese, permettendole oggi di raggiungere un altro importante traguardo» racconta con orgoglio la sorella Sara.

«Ogni volta è stata una grande emozione – aggiunge Sara – ma oggi lo è stato ancora di più. Nonostante la difficoltà che in questo momento che sta attraversando il nostro Paese, anche stavolta ce l’ha fatta! Ha finito in corso in due anni!  Nel condividere la gioia un evento così importante per noi, voglio lanciare un messaggio di speranza e l’augurio che la pandemia finisca al più presto e tutti possano tornare ad abbracciarsi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X