Quantcast
facebook rss

Dieci anni fa il memorabile
gol di Giorgi nel derby
di Ancona: lacrime di gioia

CALCIO - Era il 17 aprile 2010. Il centrocampista segnò al minuto 95 mandando in visibilio 2.000 tifosi bianconeri, dopo il pareggio dei dorici al 90°. Gigi, oggi al Mantova in D, fu portato in trionfo
...

di Bruno Ferretti

Non è stato il gol più bello realizzato dall’Ascoli, ma certamente uno dei più emozionanti che ha regalato una gioia intensa, immensa fino alla commozione, alle lacrime. 17 aprile 2010-17 aprile 2020. Sono trascorsi dieci anni esatti dal derby Ancona-Ascoli allo stadio “Del Conero”. Quasi 10.000 spettatori sugli spalti, con larga rappresentanza ascolana (circa 2.000). Rivalità estrema, clima teso. Si vede subito che la partita è piuttosto equilibrata con occasioni da una parte e dall’ altra.

Gigi Giorgi con la fascia da capitano

Protagonisti i portieri Da Costa e Guarna. A spezzare l’equilibrio ci pensa Antenucci che al 25′ porta in vantaggio l’Ascoli e fa esplodere di entusiasmo la curva sud gremita dai fan del Picchio. L’Ancona non ci sta e reagisce con veemenza. Il derby si accende ancora di più. L’Ascoli sfiora due volte il raddoppio, l’Ancona si avvicina al pareggio. Passano i minuti e arriva il 90′. Angolo per l’Ancona, a centro area Cristante si libera di Giorgi e in tuffo di testa batte Guarna. Pareggio in extremis che sa di beffa per l’Ascoli. Gioia alle stelle per i dorici in campo e sugli spalti per lo scampato pericolo.

Con l’allenatore Aglietti

Finita qui? No davvero. I minuti di recupero sono 6, un’altra partita, e i fuochi sono ancor accesi. Punizione a centrocampo per l’Ascoli, Luci avvia un’azione offensiva servendo Giorgi che avanza, si infila nella distratta difesa dorica, si avvicina ancor di più alla porta di Da Costa e la butta dentro. È il minuto 95 e stavolta è proprio finita. Nel recupero l’Ascoli è riuscito a tornare i vantaggio spegnendo l’entusiasmo dei dorici, convinti di aver recuperato.

Giorgi (a sinistra) con Orsolini e Carpani: tre prodotti del vivaio dell’Ascoli

In campo Pillon, Giorgi e tutti i bianconeri si abbracciano, piangono, e rotolano per la gioia incontenibile. Lo stesso sugli spalti. I 2.000 tifosi ascolani lasciano il “Del Conero” cantando e ballando. Un vittoria davvero unica e indimenticabile.

Festa grande per tutti i calciatori, in particolare per il match winner Gigi Giorgi, all’arrivo del pullman: prima al casello autostradale e poi in città. Giorgi ,eroe di giornata, fu portato in trionfo come gli altri protagonisti di quella memorabile impresa. E’ stata una delle vittorie più emozionanti di sempre. Gigi Giorgi da due anni gioca nel Mantova in Serie D.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X