Quantcast
facebook rss

Via libera al cibo “take away”
prenotato in precedenza

EMERGENZA CORONAVIRUS - Dal 27 aprile sarà possibile ritirare direttamente in negozio, previo appuntamento, il cibo ordinato on-line o per telefono. Resta il divieto di consumare in loco e si dovrà entrare uno alla volta
...

Una consegna ad Ascoli

di Renato Pierantozzi

Piccoli passi verso il ritorno alla normalità e la fine del lockdown. Il presidente della Regione Luca Ceriscioli ha firmato il decreto che consente alle attività della ristorazione (pizzerie, gelaterie, ristoranti, friggitorie, pasticcerie…) di vendere direttamente cibo d’asporto senza dover per forza ricorrere alla consegna a domicilio “croce e delizia” per tanti esercenti. Lo sblocco, in vigore da domani lunedì 27 aprile, era nell’aria e nel pomeriggio è arrivato il semaforo da parte del governo regionale.

E’ consentito però soltanto il ritiro di ordini prenotati in precedenza on-line o per telefono e non si potrà consumare in loco il cibo appena acquistato. Inoltre, negli esercizi potrà entrare soltanto una persona alla volta, previo appuntamento, restando all’interno soltanto per il tempo necessario al ritiro e al pagamento.

Via libera anche al ritiro dall’auto tipo “Mc Drive”. Per tante attività rimaste chiuse ed impossibilitate ad organizzare un sistema di consegna a domicilio si tratta del ritorno ad una sorta di normalità.

IL DECRETO DEL PRESIDENTE CERISCIOLI


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X