Quantcast
facebook rss

Per Magazzini Gabrielli
un 2019 positivo:
crescono dipendenti
e punti vendita

ASCOLI - Presentato il bilancio sociale del colosso ascolano della grande distribuzione. I negozi salgono a 226 con oltre 3.700 collaboratori tra diretti e franchising. Il presidente Luca Gabrielli: «Per realizzare la nuova piattaforma di Monsampolo abbiamo utilizzato soltanto imprese e maestranze locali»
...

Il nuovo deposito di Stella di Monsampolo

di Renato Pierantozzi

Una crescita sostenibile non solo dal punto di vista commerciale (punti vendita, collaboratori e referenze), ma anche sul fronte ambientale e sociale con gli ultimi stanziamenti milionari per far fronte all’emergenza Covid-19 (leggi l’articolo) e sostenere il banco alimentare (leggi l’articolo). E’ stato pubblicato il bilancio sociale 2019 di Magazzini Gabrielli dove sono presenti gli indicatori più significativi del colosso ascolano della grande distribuzione operante tra Marche, Abruzzo, Umbria, Molise e Lazio. 

Giancarlo Gabrielli

Si parte dalla sostenibilità ambientale con i l “parco fotovoltaico” dei punti vendita Magazzini Gabrielli ha prodotto circa 1.895.162 kWh,
con un aumento del 16% rispetto all’anno precedente. Rispetto al 2018, l’autoconsumo ha fatto registrare un netto aumento, salendo al 92% della produzione totale. È entrato a regime, nel 2019, il progetto di dematerializzazione dei documenti di trasporto accompagnatori della merce spedita dai CE.DI. ai punti vendita, operazione che porterà ad un risparmio stimato di 5 milioni di pagine stampate. Prosegue anche l’opera di riciclaggio degli imballaggi cellulosici e dunque, il dato complessivo dello smaltimento di carta, cartone e plastica nel 2019 è di 3.189.880 kg.

Gli ottimi risultati economici hanno avuto effetti positivi, anche sul valore aggiunto: il valore della ricchezza creata dall’azienda nello svolgimento delle sue attività ed erogata ai territori in cui opera è stata pari a 102 milioni di euro nel 2019, con un aumento del 6,3% rispetto al 2018. Il 70,61%, di tale ricchezza è stata investita nella remunerazione del personale.

Barbara e Laura Gabrielli

Il modello di business aziendale, basato su un’offerta aderente alla conoscenza approfondita dei territori di appartenenza, si avvale della presenza di 1.929 fornitori e 3.703 collaboratori tra punti vendita e franchising: ci sono, dunque, 215 collaboratori in più rispetto allo scorso anno e 299 fornitori nuovi.

I punti vendita presenti in cinque regioni (Marche, Abruzzo, Umbria, Molise e Lazio) sono 226 (9 in più rispetto al 2018) di cui 107 Tigre Amico, 97 Tigre e 22 Oasi. L’ultima apertura, in ordine di tempo, è quella dell’Oasi di via Palermo a Perugia, su una superficie di circa 3.300 metri quadrati.

Sono 4 le piattaforme logistiche operative compresa l’ultima in ordine di realizzazione, quella di Monsampolo del Tronto (leggi l’articolo), che si snoda su un’area di circa 74mila metri quadrati complessivi, di cui 24mila destinati al CeDi, 30mila tra parcheggi scoperti illuminati a led e area di manovra e circa 10mila di verde, per un investimento di 23 milioni di euro.

Nel Bilancio Sociale, viene inoltre certificata l’attenzione alla formazione, quale prezioso elemento di crescita professionale di ogni singolo collaboratore: nel 2019, l’Academy Gabrielli ha incrementato dell’11,7% il numero di ore dedicate a questo tipo di attività, per un totale di 33.385 ore di formazione dedicate alle aree “tecnica”, “gestionale” e “cultura del lavoro”.

Luca Gabrielli

«I dati che testimoniano anche nel 2019 una crescita evidente – ha commentato il presidente del Gruppo, Luca Gabrielli – hanno un andamento così chiaramente consolidato negli anni, da farci capire che il nostro modello di sviluppo è funzionale sia alle esigenze aziendali che a quelle dei territori in cui operiamo. Abbiamo dimostrato ancora una volta quanto siano prioritari per noi gli investimenti sul territorio, a titolo puramente esemplificativo la piattaforma di Monsampolo del Tronto ha coinvolto, nella sua realizzazione, solo fornitori e maestranze appartenenti al tessuto economico locale. Crescono le aperture di ogni tipologia di punto vendita: rispetto al 2018, registriamo otto nuovi punti vendita affiliati, numero che certifica l’importanza del franchising. Continuiamo a consolidare l’esperienza dei nostri collaboratori attraverso l’Academy Gabrielli e, sotto il profilo della comunicazione, abbiamo gettato le basi per l’omnicanalità e la costruzione di un flusso di condivisione delle idee immediato con l’apertura dei profili social Facebook e Instagram. Dovendo parlare del Bilancio Sociale 2019 in un periodo come questo, in piena emergenza Covid-19, risaltano ancor di più quelle iniziative sociali che Magazzini Gabrielli ha sempre sostenuto e che, nel 2019, hanno visto l’azienda lavorare fianco a fianco con il Fondo Ambientale Italiano, il Banco Alimentare, Legambiente, Iom ed Airc a dimostrazione di una visione a “tutto tondo” del senso di responsabilità verso il territorio che, per noi, va di pari passo con la crescita delle performance economiche».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X