Quantcast
facebook rss

Schianto tra auto in via Ricci,
due giovani all’ospedale

ASCOLI - Dopo il lockdown tornano gli incidenti lungo la strada più trafficata della città. E' avvenuto davanti al Teatro Romano, a pochi metri dallo "stop". Coinvolti (non sono gravi) una 32enne e un ragazzo di 19 anni. Sul posto ambulanze, Vigili del fuoco e Municipale
...

L’incidente stradale in via Ricci

di Andrea Ferretti

Era diverso tempo che ad Ascoli non si verificava un incidente stradale in via Francesco Ricci, strada del centro, probabilmente la più trafficata della città.

Il lockdown, anche per questo, ha recitato un ruolo determinante. Ma ora, con la Fase 2, si ricomincia.

Oggi pomeriggio, giovedì 14 maggio, a entrare in collisione sono state due auto, quasi un frontale, di fronte al Teatro Romano, a pochi metri dallo “stop” e dall’incrocio con via Dino Angelini.

Una vettura scendeva, l’altra saliva. Una delle due ha parzialmente invaso la corsia opposta, come purtroppo succede svariate volte al giorno

Le due ruote anteriori sinistre si sono “agganciate” e, nonostante la velocità ridottta dei due veicoli, lo scontro è stato violento, tanto che una delle ruote si è addrittura staccata.

Sono addirittura scoppiati tutti e quattro gli airbag all’interno delle due auto, e si sono anche infranti alcuni vetri.

A entrare in collisione una Citroen condotta dal 19enne F.D.P. e una Ford Focus guidata dalla 32enne B.V.. Entrambi hanno riportato un grosso spavento e delle contusioni, fortunatamente non gravi. Sono stati soccorsi dai sanitari 118 giunti con le ambulanze provvedendo, dopo le prime cure sul posto, a trasportarli al Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni”.

Sono intervenuti anche una squadra dei Vigili del fuoco che ha provveduto alla rimozione delle due auto che sono poi state caricate e portate via dal Soccorso stradale. Che ha anche provveduto a mettere in sicurezza il tratto di strada invaso dall’olio fuoriuscito dalle auto incidentate. Della dinamica del sinistro se ne è invece occupata la Polizia Municipale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X