Quantcast
facebook rss

«Cupra ha voglia e necessità
di ripartire quanto prima»

FASE 2 - Il sindaco Piersimoni sta seguendo i lavori di manutenzione stradale e sistemazione di lungomare e aree verdi: «Ringrazio Polizia Municipale, Protezione Civile e tutte le forze dell'ordine che sono impegnate per garantirci la sicurezza». Buoni spesa per oltre 200 famiglie
...

A Cupra operai al lavoro sull’Adriatica

di Simone Corradetti
Continuano senza sosta i lavori di manutenzione stradale a Cupra Marittima, con la Fase 2 che prevede un alleggerimento del lockdown, permettendo ai cittadini di circolare sul territorio regionale. Per varcare i confini, invece, bisognerà aspettare una diminuzione maggiore dei contagi da Coronavirus, e soltanto da quel momento in poi, potremmo muoverci in un’altra regione diversa dal luogo di residenza o domicilio.

Macchina spazzatrice sul lungomare

«Bisogna fare molta attenzione – le parole del sindaco Alessio Piersimoni – perché il nostro territorio ha la voglia e la necessità di ripartire quanto prima, grazie al costante impegno della Polizia Municipale, la Protezione Civile e tutte le forze dell’ordine che sono impegnate per garantirci la sicurezza. Dobbiamo essere responsabili – aggiunge – nel mantenere sempre la distanza interpersonale di almeno un metro, indossando la mascherina e rispettando il divieto di assembramento, perché non abbiamo ancora sconfitto il virus, ma dobbiamo imparare a conviverci».

Il sindaco Piersimoni

«Stiamo provvedendo alla pulizia delle aree verdi, e noto con molto dispiacere che sulle nostre strade si corre troppo. Ci siamo concentrati sulle norme anti-Covid, ma qualcuno sta dimenticando quelle del codice della strada. Le persone attualmente contagiate sono tre, si trovano in buone condizioni di salute e in fase di guarigione. Una grande soddisfazione per noi cuprensi – conclude Piersimoni – è la riconquista della bandiera blu, per goderci il nostro splendido mare».

Anche l’assessore alle politiche sociali Eleonora Sacchini, ha lavorato incessantemente per salvaguardare le necessità delle famiglie più bisognose. I nuclei familiari che hanno ricevuto i buoni spesa nel primo bando sono stati 100, mentre nel secondo sono state 109 le famiglie interessate. Per un totale di 36.000 euro ricevuti dallo Stato più 12.000 euro derivanti dalle donazioni private di cittadini e associazioni di volontariato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X