Quantcast
facebook rss

Giovanissimi “sfidano” i treni”:
la Polfer pone fine
alle pericolose bravate

SAN BENEDETTO - Cinque 14enni scavalcavano la rete di protezione per raggiungere i binari e poi scansarsi al passaggio dei convogli. La Polfer sulle loro tracce grazie a un video. Individuati e fermati, del caso se ne occuperà la Procura dei Minori di Ancona. Cinque famiglie nei guai
...

Agenti della Polizia Ferroviaria di San Benedetto hanno individuato e segnalato alla Procura dei Minori d Ancona cinque giovanissimi sambenedettesi (maschi e femmine intorno ai 14 anni) che avevano deciso di sfidare la sorte “giocando” ad una sorta di… roulette russa con i treni in transito.

Una comportamento folle che poteva costare loro la vita, di cui probabilmente neppure si sono resi conto. I genitori, ovviamente ignari di tutto, si sono ritrovati all’improvviso in Commissariato, dove sono stati convocati per ricondurre a casa i figli precedentemente (per fortuna) bloccati dai poliziotti.

Sono stati sorpresi mentre scavalcavano la rete di recinzione a ridosso dei binari. Il caso è emerso grazie a un video entrato in possesso sia del Comune che del Commissariato di San Benedetto.

Video in cui si vedevano due ragazzine sui binari che si voltavano in continuazione per scorgere l’arrivo del treno e poi scansarsi.

Tralasciando fatti di cronaca nera sparsi in tutto il mondo – con protagonsti giovanissimi e relativi video o selfie – del caso è stata investita subito la Polizia Ferrtoviaria che ha individuato il punto dove i ragazzini scavalcavano la rete.

Due agenti della Polfer si sono appostati in zona ed hanno atteso l’arrivo del quintetto.

Sono stati fermati prima che scavalcassero la rete e portati in Commissariato dove, poco dopo, hanno… incontrato i rispettivi genitori.

Le cinque famiglie, ritrovatesi di colpo tutte nei guai (meglio comunque che in un dramma) dovranno ora vedersela con la Procura dei Minori di Ancona.

Per sensibilizzare gli adolescenti a comportarsi in modo sicuro in prossimità dei binari, nelle stazioni e sui treni, così da evitare tragedie, dal 2014 la Polizia Ferroviaria, in collaborazione con il Miur e la Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma, ha avviato il progetto “Train…to be cool”.

Limitatamente al 2019, nelle scuole di tutta Italia si sono tenuti 927 incontri che hanno raggiunto 73.846 studenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X