Quantcast
facebook rss

Festa Fainplast,
Battista Faraotti
taglia quota 68

ASCOLI - All'imprenditore ascolano gli auguri dei familiari, degli amici, dei suoi 135 dipendenti e di Cronache Picene
...

Battista e Gigliola Faraotti (Foto Vagnoni)

Festa in casa Faraotti, dunque festa in casa Fainplast, l’azienda plastica di compounds dell’imprenditore ascolano, leader nel settore. Battista compie oggi, 17 maggio, 68 anni festeggiato dalla moglie Gigliola, dai figli Roberta e Daniele, dai nipoti Tommaso, Carlotta, Logan, Bianca e Blake, dalla nuora Francesca e dal genero Stefano.

Con l’ex presidente di Confindustria Ascoli e del Cup, Renzo De Santis (Foto Vagnoni)

Originario di Fleno, piccola frazione di Acquasanta Terme, grazie al suo notevole spirito di iniziativa, Faraotti ha saputo costruire un impero che oggi primeggia nel mercato nazionale ma si fa strada anche in quello estero con un fatturato sempre crescente.

Un’azienda che funziona, dove tutti i dipendenti sono soprattutto collaboratori molto legati alla proprietà. La Fainplast sorge nella zona industriale Campolungo e occupa una superficie di circa 4.000 metri quadrati con una palazzina uffici che è il centro motore dell’azienda nata nel 1993 e poi sviluppatasi negli anni con nuove catene di produzione.

Premiato dal Comune di Ascoli, tra l’assessore Stallone e il sindaco Fioravanti (Foto Vagnoni)

Faraotti può essere considerato un imprenditore modello. Ha saputo scegliere le maestranze con criterio e adesso ne raccoglie i frutti: ognuno lavora con impegno per migliorare lo sviluppo aziendale.

Tanto tempo è passato da quando il giovane Battista, a bordo di una Lambretta si recava ogni mattina da Fleno a Porto d’Ascoli per lavorare. Intelligente, intuitivo, sempre disponibile, l’imprenditore acquasantano può essere considerato come un esempio. Lui tratta bene le maestranze che, a loro volta, lavorano con impegno senza mai tirarsi indietro. La Fainplast è in costante espansione e lo dimostra il crescente fatturato.

Battista Faraotti è molto attivo anche in ambito sociale, sempre pronto a distinguersi nella solidarietà, nella voglia di aiutare associazioni che operano in ambito umanitario. Numerose le iniziative che ha portato a termine, spesso fa beneficienza senza neppure renderlo noto e questo la dice lunga sulla statura morale del personaggio.

A parte il settore plastico, è impegnato anche in quello edilizio e si devono a lui alcuni importanti lavori di recupero nel centro di Ascoli.

Sul fronte della Restart, con l’imprenditore Franco Gaspari

Battista è anche appassionato di sport, il calcio in particolare. Negli ultimi anni è stato, ed è tutt’ora molto vicino all’Ascoli Calcio pur non occupando un ruolo direttivo. Ha affiancato il presidente Bellini nell’acquisto della società sportiva dopo il drammatico fallimento societario del dicembre 2013. Poi, dopo un po’, ha scelto di uscire dalla compagine societaria, restando però sempre vicino, pronto ad intervenire con le sue notevoli risorse. Attualmente è sponsor principale di maglia.

Con l’ex presidente dell’Ascoli, Giuliano Tosti

Insomma, un personaggio davvero positivo, punto di riferimento per il mondo imprenditoriale piceno e marchigiano. La Fainplast è un vanto per il mondo imprenditoriale ascolano: un’azienda ben strutturata dal titolare che primeggia nel proprio settore e non mostra segni di cedimento neppure di fronte alla diffusa crisi nazionale e internazionale.

L’artefice numero uno è Battista Faraotti, un nome, una garanzia di serietà, operatività e funzionalità. Oggi, domenica 17 maggio, dovrà spegnere in un colpo solo 68 candeline. Lo fa circondato dall’affetto dei familiari e in un clima festoso. A tutti quelli che gli invieranno gli auguri, si unisce la redazione di Cronache Picene che sa di avere un amico sincero in Battista. Tanti auguri.

Bru.Fer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X