Quantcast
facebook rss

Ascoli, nel CdA potrebbero
entrare Roberta Pulcinelli
e il generale Francesco Caffaro

SERIE B -  La prima, sorella del patron, è già responsabile del settore femminile. Il secondo è un ufficiale dei Carabinieri in pensione. Dopo Giuliano Tosti, Gianluca Ciccoianni, il dg Gianni Lovato e il ds Antonio Tesoro, in uscita anche l'ad Andrea Leo. Pieni poteri al vice presidente Andrea Di Maso
...

Roberta Pulcinelli

di Bruno Ferretti

Stavolta sembra certo. Giovedì 28 maggio, il ministro dello Sport (Spadafora) e il presidente della Federcalcio (Gravina) renderanno note le date della ripresa dei campionati professionistici dopo la lunghissima sosta causata dal Coronavirus. Le squadre potranno tornare ad allenarsi e prepararsi al meglio per il decisivo rush finale.

Fra queste ovviamente anche l’Ascoli che ha sanificato il centro sportivo “Picchio Village” e si accinge a radunare tutta la squadra a disposizione del nuovo allenatore Abascal pronto ad entrare in funzione.

Gianluca Ciccoianni e Massimo Pulcinelli

La società bianconera riparte con un profondo rinnovamento societario. Il patron Pulcinelli ha negato l’eventualità della cessione come ipotizzato dal giornalista Pedullà in tv. L’Ascoli non è in vendita. Fra i due c’è stato un vivace scambio di opinioni. Pulcinelli tuttavia, ha ammesso che qualche interesse per il club bianconero ogni tanto si registra ma, pur dialogando con tutti gli interessati, non esiste la volontà di cedere il club due anni dopo averlo rilevato dall’ex patron Bellini.

IL CDA – Assai rinnovato intanto il Consiglio d’Amministrazione bianconero. Si sono dimessi i soci ascolani Giuliano Tosti e Gianluca Ciccoianni e al loro posto dovrebbero entrare, come ha confermato Pulcinelli, un socio di famiglia (si ipotizza la sorella Roberta, che già opera nell’Ascoli come responsabile del settore femminile) e un nuovo socio proveniente dal mondo istituzionale.

Potrebbe trattarsi di Francesco Caffaro, generale dei Carabinieri in pensione. Non è un volto nuovo visto che ha anche partecipato al webinar organizzato dall’Ascoli sul tema “Legalità ai tempi del Covid-19”, uno dei tanti appuntamenti del progetto “Crescere Insieme”.

Pulcinelli e Di Maso (Foto Vagnoni)

«Ringrazio il generale Francesco Caffaro per averci dato sostegno consigliandoci una ditta specializzata per la sanificazione del Picchio Village» le parole pronunciate proprio durante quel webinar da Andrea Di Maso.

La ditta in questione è la “Sanuv”, brand della società “Oplonti Service Srl” con sede legale a Torre Annunziata e sede operativa a Napoli. 

Quest’ultimo è il nuovo vice presidente del Picchio, con varie deleghe che, di fatto, gli consentono di dirigere la società con pieni poteri. Di Maso è stato scelto dallo stesso Pulcinelli che gli ha conferito tali incarichi. Non ci saranno più il direttore generale Gianni Lovato (in scadenza di contratt e in attesa di incontrarsi comn il patron come annunciato dalo stesso Pulcinelli) e forse anche l’amministratore delegato Andrea Leo. 

L’ad Andrea Leo e l’ex presidente Giuliano Tosti

E’ ormai un ex il direttore sportivo Antonio Tesoro, che lascia l’Ascoli con un anno di anticipo sulla scadenza contrattuale.

Insomma, un’altra società, sempre meno ascolana e sempre più… romana. Questo potrebbe determinare un certo distacco dalla realtà locale e quindi un danno per la squadra, ma non è detto. Se le cose funzioneranno per bene l’Ascoli non ne risentirà.

Novità in arrivo anche nel settore giovanile dopo il distacco del dirigente Ciccoianni e del ds Tesoro: la gestione è stata affidata da Pulcinelli a Francesco Lillo, già club manager.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X