Quantcast
facebook rss

L’onorevole Rampelli (FdI):
«Non servono archistar per Arquata»
Franchi: «Non speculare sul terremoto»

POST SISMA - Durissimo botta e risposta tra il vice presidente della Camera e il vice sindaco arquatano sull'incarico vinto dall'architetto milanese Stefano Boeri per ridisegnare i borghi distrutti
...

di Renato Pierantozzi

Fabio Rampelli

L’incarico all’architetto milanese Stefano Boeri (leggi l’articolo), assegnato a seguito di un bando di gara, per ridisegnare Arquata e le sei frazioni rase al suolo dal sisma scatena la polemica politica. Ad attaccare è uno dei big di Fratelli d’Italia, l’onorevole romano Fabio Rampelli, vice presidente della Camera. «Assoluta contrarietà alle archistar -ha detto Rampelli- per la ricostruzione dei borghi distrutti dal cratere.

La  presenza dell’arch. Boeri, così come di qualsiasi altro rappresentante di quell’architettura finanziaria che ha  sfigurato le città italiane rendendole ridicole cities stile  americano, non è gradita. Arquata del Tronto, e tutti i borghi  distrutti dal sisma del 2016 dovranno essere ricostruiti com’erano».

Michele Franchi

Immediatamente è arrivata però la durissima replica del vice sindaco Michele Franchi, in prima linea insieme ad Aleandro Petrucci per far rinascere il suo Comune distrutto. «Da amministratore del comune di Arquata del Tronto -afferma- dico all’onorevole Rampelli di non speculare sul terremoto e sulla ricostruzione. Nessun politico, di qualsiasi schieramento, si permetta di fare campagna elettorale sul terremoto. Siamo fiduciosi nell’operato dell’architetto Stefano Boeri e del suo team di professionisti».

Intanto sul fronte della ricostruzione, il lavoro di Boeri potrebbe viaggiare in modo molto spedito visto che tutti i lavori preparatori, tra cui la microzonazione sismica anche di terzo livello, sono stati tutti compiuti in questo fase. E così l’architetto e le altre ditte che hanno vinto la gara insieme a lui, dopo il controllo di rito della documentazione prevista negli appalti, avrà la strada spianata (con un tempo previsto di 156 giorni rispetto ai 200 del capitolato) per ridisegnare Arquata e le frazioni distrutte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X