Quantcast
facebook rss

La città Green, Fioravanti:
«Bonus mobilità per gli ascolani»
Vademecum per l’acquisto scontato
delle bici

ASCOLI - Tutte le modalità per usufruire delle agevolazioni previste dal Governo. Rimborso diretto dietro presentazione della fattura o consegna al fornitore del bonus. In attesa del nuovo tratta di pista ciclabile. Pedalare fa bene al fisico e all'ambiente
...

Tutti in bici. Fa bene al fisico e all’ambiente. Il sindaco Marco Fioravanti ha diffuso un vero e proprio vademecum in relazione al Bonus Mobilità, varato dal Governo, per favorire l’acquisto, con un forte sconto, e l’uso delle biciclette sia classiche sia elettriche. «La città di Ascoli – ricorda il sindaco – rientra tra i capoluoghi che potranno beneficiare del  Bonus Mobilità per l’acquisto di biciclette, monopattini, segway, hoverboard e affini. E’ una iniziativa che va nella direzione del Progetto Ascoli Green».

Benissimo le biciclette ma bisogna concretizzare al più presto anche i progetti relativi alle piste ciclabili. Presto dovrebbe partire quello per il tratto dal Villaggio del Fanciullo a Castel di Lama in attesa del sogno Ascoli-San Benedetto. Così come ci sono da migliorare le piste esistenti.

Ma ecco l’utile vademecum per chi vuole usufruire del “Bonus Mobilità”.

Chi può usufruirne. Tutti i cittadini che abbiano compiuto la maggiore età e che abbiano residenza nel Comune di Ascoli.

In che cosa consiste. Il bonus ha un valore pari al 60% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 500 euro.

Il sindaco Marco Fioravanti (foto Giorgi)

Cosa poso acquistare. Il bonus può essere richiesto per un unico acquisto di:
biciclette, monopattini, hoverboard, handbike e segway nuovi o usati, sia tradizionali sia a pedalata assistita, servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. Non possono essere acquistati accessori come caschi, catene, lucchetti, batterie, eccetera.

Quando può essere richiesto. Il bonus può essere richiesto una sola volta dal cittadino e ha validità dal 4 maggio al 31 dicembre 2020,

Come funziona. Il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione.

Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto il rimborso al beneficiario. Per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.

Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X