Quantcast
facebook rss

Demolizione Curva Sud
oltre la metà
Centro sportivo,
ipotesi Villa Sgariglia

ASCOLI - Allo stadio “Del Duca” è a buon punto l'azione delle pinze demolitrici dell'impresa Mannocchi: conclusione anticipata entro giugno
...

I lavori allo stadio “Del Duca” (Foto Vagnoni)

di Bruno Ferretti

«Siamo oltre la metà dei lavori da svolgere: se tutto andrà bene e non ci saranno intoppi, potremo riconsegnare l’impianto al Comune di Ascoli entro giugno, prima dei tre mesi previsti».

Parole di Luigino Mannocchi, titolare dell’impresa di Montalto Marche, che sta eseguendo allo stadio “Del Duca” la demolizione della Curva Sud “Costantino Rozzi”.

Le pinze demolitrici dell’impresa stanno sgretolando il settore storicamente occupato dagli ultras e dalle frange più accese dei tifosi bianconeri. In un angolo del cantiere vengono depositare le pietre che saranno date a chi desidera conservare nostalgicamente in casa un… pezzetto della storica Sud. Una sorta di cimelio. Demoliti anche i settori limitrofi: distinti sud-est e distinti sud-ovest per complessivi 7.700 posti circa.

CENTRO SPORTIVO – Intanto il patron bianconero, Massimo Pulcinelli, nel corso di “Picchio Club”, trasmissione di Tvrs, ha rivelato che il Comune ha proposto all’Ascoli di utilizzare l’area di Villa Sgariglia, a Campolungo, per realizzare un nuovo Centro Sportivo. Un progetto interessante. Ma in questo caso il “Picchio Village” che fine farà? L’Ascoli Calcio detiene il 20 per cento delle quote del “Picchio Village”. Le restanti quote appartengono all’ex presidente Francesco Bellini (70%) e all’imprenditore ascolano Gianluca Ciccoianni (10%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X