Quantcast
facebook rss

Un milione per altre 10 elisuperfici
abilitate al volo notturno
nelle zone dell’entroterra

L'OBIETTIVO della Regione è di raggiungere 45 piattaforme per il soccorso in elicottero. Pubblicato il bando. Sono 34 al momento le basi, di cui 27 già esistenti ed in corso di adeguamento. Altre 7 nuove di cui, nel Piceno, a Comunanza (ormai terminata), Acquasanta, Montegallo e Montemonaco
...

eliambulanza-civitanova-FDM-1-325x217

Foto d’archivio

 

È stato pubblicato il bando che assegna un milione di euro per realizzare elisuperfici abilitate al volo notturno nei Comuni dell’area leader: le zone rurali dell’entroterra, sostenute con i fondi europei destinati allo sviluppo economico e all’incremento dei posti di lavoro.

Le domande scadranno il 31 ottobre 2020.

Le richieste di contributo andranno presentate dagli enti locali, di diritto pubblico e loro associazioni, dalle cooperative di comunità. Con questo investimento, che si somma agli altri già conclusi, le Marche potranno raggiungere il traguardo di 45 elisuperfici h24, una rete capillare di infrastrutture strategiche per rafforzare l’operatività del sistema sanitario regionale e di protezione civile.

Sono già state avviate, alcune concluse, basi di atterraggio per eliambulanza, abilitata al volo notturno nelle Marche. Sette in tutto, nuove, a Comunanza (ormai terminata), Acquasanta, Montegallo e Montemonaco nel Piceno, Montegiorgio nel Fermano, Visso e Fiastra nel Maceratese.

Sono così 34 in tutta la regione, 27 delle quali già esistenti ed in fase di adeguamento.

«Prosegue dunque l’impegno della Regione Marche – afferma il presidente Luca Ceriscioliper garantire a tutti i cittadini e a tutte le comunità collegamenti di soccorso tempestivi in ogni parte del territorio regionale, implementando una delle molteplici reti sanitarie oggetto del nostro programma di mandato.

Si tratta di una rete virtuosa, che garantisce il diritto alla salute di tutti i cittadini della nostra regione e abbatte i tempi di ospedalizzazione anche nelle zone più svantaggiate».

«La crescita delle aree interne – afferma la vicepresidente Anna Casini, assessore allo Sviluppo rurale – presuppone l’offerta di servizi adeguati a ogni necessità.

Questi investimenti che stiamo attuando rafforzano la rete delle opportunità che garantiamo alle comunità locali indipendentemente dalla loro collocazione geografica. La Regione sta portando avanti un lavoro di valorizzazione territoriale puntando sulle infrastrutture come asse strategico dello sviluppo».

L’eliambulanza vicina al volo notturno Il direttore del servizio regionale: «E’ come estendere la sala emergenze del Torrette su tutto il territorio»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X