facebook rss

Ciip spa, primo ok al bilancio 2019
Piero Celani: «L’acqua del Pescara
non vada solo a Fermo»

ASCOLI - Il consuntivo è stato approvato dalla Commissione consiliare "Servizi Comunali". A favore si è espressa la maggioranza di centrodestra. Resta critico il consigliere Francesco Viscione, con due interrogazioni sulle fatture e l'accordo con Aimag sulla depurazione. «Aspetto risposte»

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti e il presidente della Ciip Giacinto Alati

Via libera dalla commissione “Servizi comunali” del Comune di Ascoli (presidente Daniela Massi) al bilancio di previsione 2019 della Ciip spa (leggi l’articolo).

A spiegare i dettagli dei conti sono stati il presidente Giacinto Alati e il dirigente Giovanni Celani in pole position per diventare direttore generale della società.

Alati ha difeso la società dagli attacchi delle ultime settimane annunciando anche azioni a difesa della reputazione della stessa.

Il discorso è poi scivolato inevitabilmente anche sulla crisi idrica che sta colpendo duramente il Piceno con una riduzione delle sorgenti di quasi il 40% delle portate. Una situazione mai ricordata negli ultimi 30 anni come ha messo nero su bianco l’azienda nel bilancio consuntivo.

Sul punto i consiglieri Piero Celani e Alessio Pagliacci hanno chiesto garanzie ad Alati sul fatto che l’acqua di sorgente captata ad Arquata del Tronto (soprattutto dalla sorgente di Capodacqua da dove si “spillano” 375 litri al secondo) finisca anche nei rubinetti degli ascolani. «L’acqua della sorgente -dice Celani- deve arrivare anche nel serbatoio di Faiano e non solo smistata verso Fermo o la costa.

Piero Celani (Foto Vagnoni)

Poi magari si può miscelare con quella dei pozzi di Castel Trosino che deve essere clorata o comunque disinfettata a raggi infrarossi come annunciato dalla società perché non è come quella di sorgente. Se ci devono essere disagi dalla crisi idrica, questi devono essere per tutti e non solo per una parte di popolazione. Abbiamo chiesto rassicurazioni alla società».

Più critico invece Francesco Viscione, sempre della lista Celani, che ha votato contro il bilancio di previsione della Ciip. «Aspetto che mi vengano fornite spiegazioni sulle fatturazioni e l’accordo sulla depurazione -commenta Viscione- Mi è stato assicurato dal presidente Alati che questo avverrà lunedì in Consiglio comunale dove oltre al bilancio ci sono anche le mie interrogazioni».

rp

Ciip spa: bilancio in utile per 6 milioni, ma le sorgenti si sono quasi dimezzate


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X