facebook rss

Trasporto pubblico,
sciopero Usb anche nel Piceno

LA PROTESTA su tutto il territorio regionale e provinciale il prossimo 18 giugno dalle 11 alle 15: «Per la salute e la sicurezza dei lavoratori, i provvedimenti di prevenzione da Coronavirus sono inadeguati»

Trasporto pubblico, anche nelle Marche e nel Piceno l’Unione Sindacale di Base darà vita allo sciopero del personale viaggiante e di quello di terra ed impiegatizio. Dalle 11 alle 15 del 18 giugno, dunque, si incrociano le braccia «per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in quanto i provvedimenti di prevenzione sono del tutto inadeguati, anche in previsione della nuova organizzazione che subirà il settore in vista della riapertura delle attività in particolare riferimento ai servizi scolastici».

Il riferimento è ovviamente alla ripartenza dopo l’emergenza Coronavirus. «Nessuna misura a sostegno dei lavoratori del trasporto pubblico locale è stata varata del Governo, che si è mosso unicamente in favore delle aziende esercenti il servizio pubblico finanziandole con il 100% dei corrispettivi e con il risarcimento per mancati introiti -spiega l’Usb picena-. Tutto ciò rendendo ingiustificabile il massiccio ricorso alla cassa integrazione da parte delle aziende su tutto il territorio, danneggiando i lavoratori dal punto salariale».

«C’è necessità di una ri-pubblicizzazione dei servizi essenziali che tornino ad essere gestiti in modo diretto dall’ente pubblico -conclude l’Usb- e non da aziende che mirano a pubblicizzare le perdite e privatizzare i profitti».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X