facebook rss

Il Covid non ferma l’estate cuprense:
la voglia di ripartire
supera il disagio delle restrizioni

MERCATINI, mostre e degustazioni nel calendario ancora da completare da parte della Pro Loco e dell'amministrazione comunale guidata da Alessio Piersimoni 
di Simone Corradetti
Il lockdown non ha fermato la voglia di ripartire per la stagione estiva.
Anche a Cupra Marittima, l’amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Alessio Piersimoni, la Pro Loco e tutto il settore dell’associazionismo, non hanno perso tempo per promuovere e accogliere i visitatori e offrire loro  tutte le tipicità ed eccellenze del luogo.

Con grande entusiasmo e voglia di ricominciare, ripartono gli appuntamenti delle manifestazioni estive cuprensi. Certamente non si è vicini all’abbandonare l’ormai consueta mascherina.

Nè il distanziamento di almeno un metro tra le persone.

La voglia di condividere nuove esperienze, e ritrovate attività aggregative, rende più agevole questa nuova normalità ricca di regole e nuove abitudini necessarie per lo svolgimento delle manifestazioni, nel pieno rispetto delle normative che ci permettono di attuare, quelli che una volta erano semplici momenti d’incontro, mercatini, mostre e degustazioni.

​Inizia così l’estate della cittadina rivierasca, con il lungomare arricchito di bancarelle di arte e mestieri, che per tutti i giovedì e i sabato di luglio e agosto, coinvolgeranno i cittadini e i turisti che soggiornano in paese.
La serata inaugurale giovedì 25 giugno scorso, organizzata dalla Pro Loco di Cupra Marittima nella pineta “Martiri delle Foibe”, con una degustazione di vino aperta a 35 partecipanti iscritti, che durante la serata hanno fatto un viaggio esperienziale tra le terre di Jesi e Matelica assaggiando i vini che caratterizzano queste terre.
L’evento fa parte di una serie di degustazioni intitolate “percorsi Divini”​, che saranno riproste il 9 luglio, il 6 e 27 agosto con il patrocinio del Comune in di Cupra Marittima ed in collaborazione con la​ fondazione italiana sommelier delle Marche, rappresentata dal vice presidente Lucio Franceschelli.
Il calendario estivo delle manifestazioni è in fase di definizione per essere arricchito con ulteriori eventi che aiuteranno a vivere questa nuova stagione in modo entusiasmante.​
Ad arricchire il cartellone, non mancheranno le aperture dei musei presenti sul territorio, la mostra malacologica e il museo presente nel sito medievale di Marano, quest’anno sarà  aperto anche nel dopocena. ​
Novità per l’apertura dello Iat,  l’ufficio informativo turistico presente sul lungomare Nazario  Sauro che resterà  aperto, oltre che nelle ore giornaliere e serali, anche nei dopo cena di mercoledì,  giovedì e sabato in corrispondenza  con i mercatini della calzatura, arti e mestieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X