facebook rss

Il museo della “Civiltà
Contadina e Artigiana”
riparte dai più giovani

RIPATRANSONE - Dopo la chiusura per lockdonw ha riaperto i battenti con la visita inaugurale dei ragazzi del centro estivo. La presidente: «Un bel momento di incontro tra passato e futuro»

Il museo della Civiltà Contadina ed Artigiana di Ripatransone ha riaperto i battenti dopo la chiusura per lockdown. La ripartenza tanto attesa è finalmente arrivata, e sono stati i più piccoli i primi “ospiti” della struttura. Giovedì 9 luglio, infatti, i bambini del Centro estivo di Ripatransone hanno partecipato alla prima visita guidata del Museo, vivendo un viaggio indietro nel tempo tra resti delle botteghe degli artigiani, antichi mezzi di trasporto e la ricostruzione di una vera e propria scuola dei primi anni del secolo scorso, tra banchi antichi, calamai e pallottolieri.
La raccolta del Museo della Civiltà Contadina ed Artigiana del Medio Piceno di Ripatransone risale al 1900 e documenta la tradizione rurale della città di Ripatransone e le testimonianze della vita nei campi e del ruolo delle botteghe artigianali rispetto all’attività agricola.

Il percorso varia tra una serie di manufatti realizzati al tornio, l’esposizione degli attrezzi per la lavorazione delle uve, dal carro alle botti, diversi aratri mostrano l’evoluzione delle tecniche agricole, oltre a una fedele ricostruzione di una casa colonica.
«Siamo entusiasti di questa apertura e ancora più felici perché la ripartenza è iniziata con i giovani: un bellissimo momento di incontro tra passato e futuro che speriamo possa portare valore e speranza al territorio e alla comunità», commentano la presidente Anna Stracciarini e tutto il direttivo del museo della Civiltà Contadina ed Artigiana di Ripatransone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X