Quantcast
facebook rss

Cupra Musica Festival,
edizione 18 con poker di eventi

CUPRA MARITTIMA - Quattro appuntamenti fno al 29 agosto. Le novità per rispettare le norme anti Covid e il programma completo
...

Il Cupra Musica Festival giunge quest’anno all’edizione numero 18 con novità importanti dovute principalmente al rispetto delle norme per prevenire la diffusione del Covid-19.

Un momento dell’edizione 2019

Nel dettaglio, lo svolgimento della manifestazione in luoghi aperti, utilizzando la Chiesa di San Basso solo in caso di condizioni avverse meteorologiche, ha portato alla scelta di anticiparlo, dal 30 luglio al 29 agosto, sperando nella benevolenza del meteo.

Altra novità dal punto di vista organizzativo è la necessità di prenotare il posto allo Iat, a partire da una settimana prima dell’evento, a causa del limitato numero di posti disponibili rispetto agli anni scorsi.

Per quanto riguarda le scelte artistiche, si abbracciano più generi e non solo musica classica colta, con artisti di altissimo profilo, pur senza gruppi ed ensemble numerosi a causa del Coronavirus.

La presentazione dell’edizione 2020

Il jazz con il caldo suono della tromba e del flicorno del maestro Paffi e con l’estro pianistico del maestro Bastianini, docente di lettura della partitura e di improvvisazione al Conservatorio di Fermo, è protagonista del concerto d’apertura: il duo reinterpreterà celebri melodie attingendo anche a colonne sonore e canzoni d’autore.

La musica classica colta è indiscussa protagonista della seconda serata con il primo clarinetto dei Pomeriggi Musicali di Milano e con il direttore artistico Davide Martelli al pianoforte intitolata Sonata quasi una fantasia, il nome che Beethoven, di cui quest’anno si celebra il 250esimo dalla nascita, dà alla sua immortale Sonata “al chiaro di luna”, con cui si aprirà il concerto nel suggestivo anfiteatro sul mare; seguirà un programma per clarinetto e pianoforte di sonate, pezzi fantastici e fantasie del romanticismo musicale.

La terza serata è dedicata principalmente, ma non solo, alla categoria che ha forse vissuto con più difficoltà questo anno molto particolare: bimbi e ragazzi sono il pubblico ideale di un originale spettacolo teatrale-musicale sul Carnevale degli animali di Saint-Saens, con l’attore Luca Vagnoni e con il direttore artistico Martelli.

La serata finale, ha protagonisti due strumenti  musicali a corde tra i più longevi, il violino di Alessandro Marra e la chitarra di Antonio Spaziano: nel loro viaggio attraverso il tempo, il violino e la chitarra si trasformano per interpretare diversi generi musicali dal barocco ai giorni nostri.

L’ufficio turistico Iat situato nella pineta centrale del lungomare sarà aperta per le prenotazioni dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 e il mercoledì, giovedì e sabato dalle 20 alle 23

PROGRAMMA

Giovedì 30 luglio, Ristorante Parco sul Mare, 21,15
Acquerelli musicali
Arrangiamenti ed improvvisazioni su celebri melodie
Massimo Paffi, tromba e flicorno
Ferdinando Bastianini, pianoforte

Mercoledì 12 agosto, anfiteatro Parco P. Erminio Martelli, Lungomare Bengmark, 21,15
Sonata quasi una fantasia
Musiche di Beethoven, Brahms, Schumann, Scriabin, Bassi/Verdi
Marco Giani, clarinetto
Davide Martelli, pianoforte

Sabato 22 agosto, Villa Cellini, 21,15
Il Carnevale degli Animali – Piece fantasmagorica per sognatori di ogni età
Con Luca Vagnoni e Davide Martelli
Musiche di Saint-Saens/Martelli
Testi di Luca Vagnoni

Sabato 29 agosto, Villa Boccabianca  21.15
Divertimento a 10 corde
Storia di un dialogo, dal barocco ai giorni nostri
Alessandro Marra, violini
Antonio Spaziano, chitarre


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X