facebook rss

Alla scoperta dei boschi
sull’anello di Trisungo

ARQUATA - Escursione organizzata dal Fai giovani di Ascoli e San Benedetto in tandem con Arquat Potest. Domenica 9 agosto si sale verso Faete percorrendo un antico collegamemto attraverso i castagneti

Riscoprire un territorio che porta ancora le ferite del sisma ma che nasconde tesori inimitabili. L’appuntamento è per domenica 9 agosto alle 8,30 a Trisungo di Arquata per percorrere l’anello di Trisungo insieme all’associazione “Arquata Potest”. La giornata, organizzata dai gruppi Fai giovani di Ascoli e San Benedetto, si concluderà con un pranzo presso il ristorante “Il Ponticello”.

Alla scoperta dei sentieri arquatani

L’itinerario, recuperato da “Arquata Potest” nel dicembre 2018, parte appunto dalla frazione di Arquata situata lungo la Salaria, per poi salire verso Faete, seguendo un antico sentiero di collegamento; successivamente raggiunge la chiesa della Madonna della Neve, entrando poi in un bosco, lungo il Fosso del Cioppeto, caratterizzato dalla presenza di castagneti, per poi tornare nuovamente a Trisungo.

La lunghezza dell’itinerario è di 4,8 chilometri, con un dislivello di 283 metri. Si tratta di una passeggiata di media montagna, adatta a tutti: può essere percorsa da escursionisti di qualsiasi età, dai più esperti a quelli alle prime armi.

L’associazione “Arquata Potest” già da alcuni anni (prima del sisma del 2016) sta portando avanti l’azione di recupero degli antichi sentieri di Arquata, l’unico comune d’Europa che comprende al suo interno due Parchi Nazionali: quello dei Monti Sibillini e quello del Gran Sasso – Monti della Laga.

Questi percorsi sono stati per secoli le uniche vie di comunicazione tra le frazioni di Arquata. Per tale motivo lungo i tracciati sono tuttora visibili splendidi selciati e muretti a secco, dichiarati dall’Unesco nel 2018 “Patrimonio dell’Umanità”. Alcuni di questi percorsi, inoltre, permettono di scoprire autentici gioielli architettonici nascosti nella quiete di castagneti secolari, testimonianze della ricchezza culturale e spirituale dell’entroterra piceno.

La prenotazione, fino a esaurimento posti, è obbligatoria, chiamando il numero 338.5362302 o inviando una mail a sanbenedettodeltronto@faigiovani.fondoambiente.it.

Il cuore e la passione di Arquata Ripulito anche il sentiero Trisungo-Faete

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X