Quantcast
facebook rss

Furti di olio esausto
a San Benedetto e Grottammare

ALLARME - Nel mirino i contenitori “Olivia” dove viene stoccat l’olio esausto domestico. Numerosi gli episodi segnalati dalla "Adriatica Oli" che si occupa dello smaltimento anche nei due Comuni della riviera. L'invito ai cittadini a segnalare eventuali abusivi del ritiro
...

olivia-raccolta-oli-esaustiSparisce anche l’olio esausto. L’azienda “Adriatica Oli” ha segnalato una serie di episodi che sono avvenuti in maniera ripetuta e continuata.

I furti riguardano i liquidi dei contenitori “Olivia”, depositi di stoccaggio per l’olio esausto domestico che i cittadini possono conferire all’interno degli appositi contenitori.

Del ritiro e smaltimento, a Civitanova se ne occupa “Adriatica Oli”, azienda specializzata del settore che nei giorni scorsi ha lanciato un appello ai cittadini affinché segnalassero, qualora notino qualcosa, eventuali movimenti sospetti.

«Nelle ultime settimane stiamo subendo diversi furti di olio vegetale esausto che responsabilmente voi cittadini differenziate nelle vostre case e versate nei contenitori stradali Olivia – si legge nell’appello pubblicato dalla ditta – da anni “Adriatica Oli” collabora con Comuni e municipalizzate per sostenere questo vostro impegno verso l’ambiente, avviando l’olio esausto al recupero per trasformarlo in nuove risorse garantendo la tracciabilità di tutta la filiera. Furti come questi rischiano di mettere in difficoltà la sostenibilità del servizio e la legalità di un intero settore».

Per questo l’azienda chiede l’aiuto dei cittadini nel sorvegliare i contenitori Olivia e anche nel segnalare la presenza di eventuali automezzi, volutamente anonimi, nei pressi dei contenitori.

I furti per ora sono stati individuati in Abruzzo nei Comuni di Montesilvano e Pescara e nelle Marche a San Benedetto, Grottammare, Civitanova, Porto Recanati, Castelfidardo, Ancona e Jesi.

Le segnalazioni, anche anonime vanno inviate allo 0733.229080 o con un messaggio whatsapp al 340.5689180, così da fornire alle forze dell’ordine informazioni che potrebbero essere utili a individuare i ladri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X