facebook rss

Sibilla deturpata con lo spray,
il sindaco Francesca Grilli:
«Sporgerò denuncia»

MONTEMONACO - Dura reazione del primo cittadino dopo lo sfregio ad una delle rocce poste in vetta al monte: «Lo scempio provocato dalla mano degli incivili è inaccettabile». Incisa anche un'altra roccia storica

«Sporgerò denuncia contro ignoti a seguito di danneggiamenti nei confronti della nostra amata montagna, la Sibilla.
Lo scempio provocato dalla mano degli incivili è riprovevole e inaccettabile».

Il sindaco Grilli

E’ durissima la reazione del sindaco di Montemonaco, Francesca Grilli, dopo l’episodio di vandalismo che ha colpito le rocce poste sulla vetta del Monte Sibilla, deturpate con lo spray.

«Chi ama la montagna non può arrivare a distruggerne il paesaggio -prosegue il primo cittadino-. Le frecce azzurre non sono state autorizzate e al più presto dovranno essere rimosse. Inoltre, hanno anche deturpato l’ultima traccia storica della Sibilla con una nuova incisione fatta appena sotto la vecchia scritta (A)VP 1378, quella trovata da Falzetti e Desonay nel 1953 e citata dallo stesso Antoine de la Sale».

Un’altro sfregio sulla roccia

«Non possiamo permettere che l’inciviltà di pochi prevalga sul senso civico di un’intera popolazione -conclude-. Faccio appello a tutti gli appassionati e amanti della montagna affinché ci aiutino nel salvaguardare un meraviglioso territorio che non merita un simile trattamento».

Lo sfregio al Monte Sibilla con una bomboletta spray: «Deturpato un luogo magico»

 

San Giacomo, la targa distrutta è ancora lì Montagna e rispetto, ci vorrebbe un altro lockdown

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X