facebook rss

In sella a scooter rubati: denunciati due stranieri irregolari in Italia

FERMO - Uno tenta la fuga e in tasca gli trovano un coltello. Una ha con sè un borsa con sei telefoni cellulari, una videocamera, alcuni monili, numerosi oggetti nuovi per il trucco, alcuni capi di abbigliamento e accessori. Bloccati entrambi dalle Volanti della Polizia

Nel corso di un posto di controllo a Lido Tre Archi (Fermo) poliziotti della Questura di Fermo hanno intimato al conducente di uno scooter di fermarsi, ma lui è fuggito.

Immediatamente i poliziotti si sono lanciati all’inseguimento e, nei pressi di un sottopasso, il conducente ha perso il controllo del motoveicolo. E’ caduto ed ha proseguito la fuga a piedi. E’ stato raggiunto e bloccato, e gli agenti addosso gli hanno trovato un coltello a serramanico, che è stato sequestrato. Inoltre è stato appurato che si trattava di un motociclo (anche questo sequestrato) rubato il giorno prima a Porto Sant’Elpidio (Fermo).

Il giovane, uno straniero irregolare sul territorio nazionale, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, porto non autorizzato del coltello, ricettazione del motoveicolo rubato e per non aver rispettato un ordine del questore di lasciare l’Italia.

A PORTO SANT’ELPIDIO poliziotti della Volante hanno controllato una donna straniera che era ferma, in sella ad uno scooter che presentava evidenti segni di danneggiamenti. Hanno verificato che il sistema di accensione era stato forzato e modificato per farlo funzionare. E’ poi emerso che lo scoooter era stato rubato un paio di giorni prima. Non solo, ma la donna aveva una borsa contenente sei telefoni cellulari, una videocamera, alcuni monili, numerosi oggetti (nuovi) per il trucco, alcuni capi di abbigliamento e accessori.

Non è stata in grado di fornire indicazioni sulla loro provenienza e, accompagnata in Questura, è saltato fuori che era irregolare in Italia. E’ stata denunciata per ricettazione. Sequestrati gli scooter e tutti gli oggetti contenuti nella borsa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X