facebook rss

Salta “Ascoliva Festival”
per complicazioni legate
alla pandemia Covid

ASCOLI - L'annuncio ufficiale degli organizzatori: «Abbiamo ritenuto giusto doverci fermare a causa di motivi non dipendenti dalla nostra volontà e legati ai potenziali rischi relativi alla sicurezza dal punto di vista sanitario»

La sfida tra le massaie durante l’edizione 2018

Anche “Ascoliva Festival”, il Festival mondiale dell’oliva ascolana del Piceno Dop, si deve arrendere alle difficoltà create dal coronavirus. Oggi gli organizzatori hanno infatti comunicato ufficialmente che l’edizione 2020 della manifestazione gastronomica, come tradizione nel mese di agosto, non si svolgerà. E danno appuntamento al 2021 per un’edizione ancora più ricca.

Peccato. Ma per gli organizzatori di tutte le manifestazioni che hanno bisogno di un’adeguata programmazione, la situazione legata alla pandemia,  ancora piena di incertezze, non dà scampo.

La presentazione dell’edizione 2019

«A causa di una serie di complicazioni legate all’emergenza Coronavirus, così come accaduto a molte altre manifestazioni importanti di livello nazionale, dobbiamo fermarci – affermano gli organizzatori di Ascoliva – abbiamo cercato con il massimo impegno di riuscire a superare tutte le problematiche dovute alla situazione della pandemia e ai susseguenti ritardi oltre alle difficoltà di poter contare su una tempistica eccessivamente ristretta per avviare una macchina così complessa come quella di Ascoliva. Non possiamo far altro che ringraziar tutti coloro che in questo periodo di attesa ci hanno continuamente chiesto informazioni così come ringraziamo sentitamente tutti coloro, dai produttori agli sponsor, dal Comune di Ascoli a Mete Picene e Bim Tronto, che nonostante le difficoltà del momento avevano dato la loro disponibilità ad esserci vicini per evitare di interrompere questo bel percorso arrivato ormai all’ottavo anno».

Ascoliva 2019

La manifestazione è riuscita dall’inizio ad oggi ad attrarre ad Ascoli Piceno, capitale dell’oliva ripiena del Piceno Dop, oltre 400.000 visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero.

«Di questo – sottolineano gli organizzatori – siamo molto fieri. La nostra soddisfazione viene proprio dai tantissimi apprezzamenti che riceviamo per quanto fatto finora. Il nostro obiettivo, quest’anno, era quello di riuscire a dare il nostro contributo per portare tanti turisti nel capoluogo piceno,  nonostante il periodo difficile, proprio per aiutare anche l’economia locale e il turismo. Purtroppo alla fine abbiamo ritenuto giusto doverci fermare a causa di motivi non dipendenti dalla nostra volontà e legati ai potenziali rischi relativi alla sicurezza dal punto di vista sanitario. Non abbiamo voluto allestire un’edizione che per vari motivi (non dipendenti da noi) avrebbe rischiato magari di deludere le attese delle decine di migliaia di persone che, dalla Penisola e da molti Paesi esteri, seguono con passione Ascoliva Festival ogni anno.

Non resta, quindi, che cominciare sin da ora a lavorare per una edizione 2021 ancora più ricca e più importante auspicando che produttori, sponsor e istituzioni possano essere con convinzione al nostro fianco per valorizzare sempre meglio un “tesoro” enogastronomico come l’oliva ripiena ascolana Dop che in questi anni ha attratto nel Piceno decine di migliaia di turisti. Questo anno di attesa servirà anche per aumentare ancor più la voglia di visitare Ascoli per degustare le migliori olive ripiene del mondo e le bellezze della città».

L’altra grande manifestazione gastronomica di Ascoli, “Fritto misto”, è invece in calendario dal 30 settembre al 4 ottobre prosimo.

f.d.m.

Il taglio del nastro di “Fritto Misto” 2019


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X