facebook rss

Banda larga ad Arquata,
un piano da 900.000 euro

ARQUATA DEL TRONTO - Iniziativa voluta e portata avanti negli ultimi due anni dall'Amministrazione comunale. La realizza "Open Fiber" che l'avrà in gestione per vent'anni, ma la proprietà resta comunale. Cittadini e imprese potranno beneficiare di una connessione fino a un giabit al secondo

“Open Fiber” sta realizzando nel Comune di Arquata del Tronto un’infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica che consentirà a cittadini e imprese di beneficiare di una velocità di connessione fino a un gigabit al secondo. L’iniziativa è stata voluta e portata avanti in questi ultimi due anni dal sindaco Aleandro Petrucci e dall’assessore Sandro Onesi, con la fattiva collaborazione di Alessio Gasparrini di Open Fiber.

Il vice sindaco Michele Franchi, Alessio Gasparrini e l’assessore Sandro Onesi

«Questo è un progetto molto importante – afferma l’assessore ai lavori pubblici Sandro Onesi –  per tutto il territorio di Arquata e può essere un utile veicolo per il rilancio. Ringrazio l’assessore regionale Cesetti e la dirigente della Regione, dottoressa Maggiulli, per la fattiva collaborazione».

Il piano prevede un investimento diretto di oltre 900.000 euro per la copertura capillare del Comune. Le risorse non graveranno sul bilancio comunale ma sono il frutto di un investimento congiunto della Regione Marche, Open Fiber eInfratel, società “in house” del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) nell’ambito del “Progetto banda ultralarga”.

I lavori vedranno la posa di 50 chilometri di fibra ottica di cui l’ 80% riutilizzando infrastruttura esistente e quindi senza ricorrere a nuovi scavi, evitando così disagi per i cittadini.

La rete sarà data in concessione per vent’anni a “Open Fiber” che ne curerà la manutenzione, ma rimarrà di proprietà pubblica. Nel progetto è previsto il cablaggio delle scuole e degli uffici comunali al fine di migliorare le relazioni con i cittadini e di aumentare la produttività e la competitività delle imprese presenti sul territorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X