Quantcast
facebook rss

A Comunanza, un concerto
che racconta l’anima dei Sibillini

ESTATE 2020 - L'evento, organizzato dal Comune e dall'associazione "Ascolipicenofestival", si terrà in piazza Garibaldi alle ore 21, con ingresso libero. Violino, fisarmonica e voce recitante richiameranno le radici della montagna picena, frutto di ricerca delle tradizioni locali. Con Christian Riganelli, Marco Santini e Giulia Poeta. Ecco chi sono
...

Titolo: “L’anima e l’armonia”. Sottotitolo: “Sonorità nascoste nel cuore della Sibilla”.

Stasera, 23 agosto alle ore 21, in piazza Garibaldi di Comunanza, con ingresso libero, va in scena la colonna sonora dei Sibillini, un concerto molto particolare tra i tanti appuntamenti culturali di questa calda domenica d’agosto.

L’assessore Francesca Perugini

L’evento è organizzato dal Comune di Comunanza – in particolare dall’assessore Francesca Perugini – e dall’associazione “Ascolipicenofestival”.

Marco Santini al violino, Christian Riganelli alla fisarmonica e Giulia Poeta voce recitante, raccontano  l’anima dei Sibillini e della sua gente. Alla base delle performance, l’alta qualità degli esecutori ed il lavoro di ricerca della Fondazione Ferretti di Castelfidardo.

Il progetto “L’anima e l’armonia”, attraverso sonorità antiche e moderne ispirate alla bellezza dei paesaggi e alla ricchezza culturale delle Marche, valorizza luoghi e tradizioni storiche dei Sibillini.

Il suono della fisarmonica richiama le radici della nostra terra e i paesi lontani dove i nostri predecessori fecero conoscere e crescere questo meraviglioso strumento.

Christian Riganelli e Marco Santini sono musicisti e compositori di melodie che nascono nelle Marche e si fondono con la nostra quotidianità diventando colonna sonora di storie e racconti sulla Sibilla narrati dalla voce di Giulia Poeta.

Christian Riganelli

CHRISTIAN RIGANELLI – Christian Riganelli, di Recanati, direttore del Museo della Fisarmonica di Castelfidardo, è compositore, performer e divulgatore dello strumento in Italia e nel mondo. Si è diplomato in fisarmonica nel Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e in Didattica della musica nel Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo.

Ha composto ed eseguito le musiche originali per il dvd “Castelfidardo e l’Unità d’Italia”.

Si è esibito in Francia, Germania, Danimarca, Inghilterra, Repubblica Ceca, Belgio, Brasile, Canada, Stati Uniti, Argentina e Giappone in occasione di importanti festival e rassegne internazionali.

Ha collaborato con Vinicio Capossela, Riccardo Tesi, Sergio Rubini e David Riondino.

Nel 2016 ha pubblicato il cd “New klezmer tales” in duo con il sassofonista Massimo Mazzoni.

Ha partecipato in qualità di interprete e compositore in spettacoli teatrali ispirati a Lorca, Buzzati, Pirandello, Leopardi.

Ha collaborato con il Piccolo Teatro di Milano nello spettacolo “La storia della bambola abbandonata” di Brecht-Sastre e con il poeta e scrittore Davide Rondoni nel recital dantesco “L’amor che move il sole e l’altre stelle”.

Marco Santini

MARCO SANTINI – Marco Santini, concertista di chiara fama, ha all’attivo numerosi concerti ed è stato più volte invitato dalla Regione Marche in occasioni ufficiali per suonare “Il Cristo delle Marche”, brano scelto come colonna sonora della mostra “Capolavori Sibillini” realizzata a Palazzo Campana di Osimo.

Ha studiato prima nel Conservatorio di Fermo poi si è laureato a pieni voti presso la prestigiosa Hochschule für Musik and Darstellende Kunst di Mannheim (Germania) e nel 2010 si è laureato a pieni voti, all’Università di Mannheim, in Musica con indirizzo pedagogico.

Oltre ad essere molto attivo nel panorama classico e didattico, è impegnato anche in quello jazz e musica moderna in generale.

Collabora spesso con attori, speaker e cantautori prestando il suo violino per svariati dischi editi in Europa.

Da qualche anno si è cimentato nella composizione cercando di creare un genere nuovo: una musica contaminata dalla classica, dalla world music, dal jazz e dall’improvvisazione.

Ha ricevuto svariati premi, tra cui la cittadinanza onoraria di San Lorenzo di Rosario (Argentina) per le numerose attività culturali svolte a favore della comunità e un riconoscimento del Premio Vallesina per l’utilizzo della musica come strumento di divertimento e aggregazione tra bambini di diverse etnie.

Giulia Poeta

Il 2 e 3 agosto 2017, diretto dal maestro Marcello Rota, accompagnato dalla Czech National Symphony Orchestra di Praga, ha partecipato in qualità di solista al concerto “Il Canto della terra” di Andrea Bocelli presso il Teatro del Silenzio di Lajatico .

GIULIA POETA – Giulia Poeta, anconetana, da sedici anni svolge la sua attività di attrice che la vede impegnata in laboratori (Piccolo Teatro di Milano), rappresentazioni, film, speakeraggi, doppiaggi, audiolibri e letture teatrali accanto a volti noti del panorama teatrale, musicale e cinematografico nazionale (Moni Ovadia, Carlo Delle Piane, Enzo Decaro, Anna Stante, Lina Bernardi, Corrado Fortuna, Laura Pasetti, Flavio Albanese, Mario Pirovano, Fabio Armiliato).

Fa parte della Compagnia di Musicultura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X