Quantcast
facebook rss

Strade rurali con buche e fango,
“Progetto paese”: «Il Comune
se ne infischia» (Le foto)

RIPATRANSONE - E' quanto si legge in un documento, corredato da foto, diffuso dai consiglieri Antonio de Angelis, Luca Vitale, Roberto Capocasa e Giada Pierantozzi
...

«Strade rurali piene di buche e fango a Ripatransone.

Ma l’Amministrazione comunale se ne infischia, evidentemente le periferie, ad eccezione di una, non interessano a chi ci governa con incuria e sciatteria».

E’ questa l’accusa del gruppo consiliare “Progetto Paese” che punta i fari sulle strade di campagna di Ripatransone, «dissestate e, quando piove, sempre più impraticabili e in abbandono, rappresentando un pericolo per chi è costretto a servirsene».

«Ci faremo portavoce – si legge nel documento diffuso dai consiglieri Antonio de Angelis, Luca Vitale, Roberto Capocasa e Giada Pierantozzi – del malcontento degli utenti delle strade rurali che, siano essi agricoltori o acquirenti di case coloniche, non ne possono più di dover fare lo slalom ogni giorno fra vere e proprie voragini. Ma il palazzo comunale è sordo ad ogni segnalazione e protesta.

Lo stato penoso delle vie urbane è un termometro inequivocabile dello scarsissimo interesse della nostra Amministrazione per la sicurezza collettiva e per il decoro della città e delle frazioni.

Tant’è che potrebbero capitare incidenti e infortuni, dovuti allo stato del manto stradale».

I firmatari, a corredo della loro tesi, citano anche il Codice della Strada nel punto in cui recita: “gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono: a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi; b) al controllo tecnico dell’efficienza delle strade e relative pertinenze; c) alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta”.

«Nel caso in cui l’assicurazione non provveda al rimborso dei danni – precisano i consiglieri di minoranza – il danneggiato potrà rivolgersi all’autorità giudiziaria citando l’Ente proprietario della strada davanti al Giudice di Pace per le controversie di valore sino a 5.000 auro o davanti al Tribunale per valori superiori».

                                                                                                          


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X