facebook rss

Povertà ed emergenza abitativa,
in campo 20 progetti
targati Fondazione Carisap

PICENO - Proseguono le attività e gli interventi in coprogettazione coordinati dall'ente. Stanziati 70.000 euro anche per la creazione di nuove opportunità di lavoro. Avanti anche con "Terra Solidale": 135.000 euro per le associazioni che aiutano chi si trova in difficoltà

Proseguono le attività e gli interventi in coprogettazione coordinati dalla Fondazione Carisap, che vedono coinvolti 20 organizzazioni non profit, con la partecipazione degli Ambiti territoriali e sociali e della Bottega del Terzo Settore.

Il presidente della Fondazione Carisap Galeati

Nell’ambito del contrasto alla povertà economica con il progetto “Terra Solidale”, sono state assegnate le seguenti risorse economiche. Per fronteggiare l’emergenza alimentare: 35.000 euro all’Associazione Centro Solidarietà di Porto d’Ascoli (area costiera); 35.000 euro all’Associazione Polo Accoglienza e Solidarietà e 20.000 euro all’Associazione le Querce di Mamre (comprensorio capoluogo di provincia); 20.000 euro al Centro di Solidarietà dei Sibillini per (area montana); 25.000 euro alla Fondazione Banco Alimentare per l’acquisto di un mezzo al fine di ampliare la raccolta di beni di prima necessità da consegnare alle strutture che gestiscono mense o pacchi alimentari.

Per fronteggiare l’emergenza abitativa in tutto il territorio di riferimento della fondazione, mediante l’attivazione di fondi di garanzia ed aiutando le persone con problemi di sovraindebitamento, sono stati assegnati 70.000 euro a favore della Fondazione Antiusura Mons. Traini Onlus. Per la creazione di nuove opportunità di lavoro sono stati assegnati 100.000 euro all’Associazione Bottega del Terzo Settore.

Hanno preso il via anche i due tavoli di lavoro dedicati uno all’assistenza domiciliare per malati oncologici e terminali (sono coinvolte lo Iom Ascoli Piceno, la Cooperativa sociale Gea, l’Ail Ascoli Piceno e Bianco Airone Pazienti Onlus), e l’altro alla costituzione di una Accademia della formazione e del lavoro per disabili (sono coinvolte la Cooperativa sociale Artemista, l’Associazione Casa di Asterione, la Cooperativa sociale Primavera, la Cooperativa sociale Centimetro Zero, la Cooperativa sociale Pagefha).

I lavori dei tavoli prevedono il supporto in fase di coprogettazione dell’Istituto di ricerca sociale di Milano, oltre che di referenti di enti pubblici e di esperti dei settori interessati. Esperti di valutazione, infine, sono già al lavoro con i tecnici della fondazione per coordinare un team composto da giovani assegnisti di ricerca dell’università che si occuperà della fase di valutazione di tutte le progettualità in coprogettazione.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X