Quantcast
facebook rss

Le elezioni al tempo del Covid-19:
stop ai volantinaggi in strada

ASCOLI - La pandemia sta rivoluzionando anche la campagna elettorale per le Regionali del 20 e 21 settembre. Registrazioni dei partecipanti agli eventi pubblici e norme di sicurezza per le sedi dei singoli candidati. Ecco tutte le novità
...

Il voto del 20 e 21 settembre per le elezioni Regionali e per il Referendum sul taglio dei parlamentari, già di per sé particolare vista la data scelta e la campagna elettorale sotto il sole di agosto, sta risentendo anche delle restrizioni legate alla pandemia da Covid-19.

E così ai partiti sono arrivate dalla Prefettura le indicazioni per una “campagna” anche all’insegna della sicurezza per la salute delle persone visto che il Piceno non è più “Covid-free” come lo era stato all’inizio dell’estate.

Si va dall’impossibilità di effettuare i classici volantinaggi in piazza o in strada per evitare la possibile contaminazione, tramite le mani, degli stampati alla registrazione delle persone in caso di eventi pubblici per poter poi tracciare i contatti in caso di contagio.

Regole ferree anche per le sedi elettorali dei singoli candidati che stanno spuntando come funghi sia ad Ascoli sia a San Benedetto. In questo caso, anche se la disposizione va al di là delle norme sul Covid, è stato disposto che sulle vetrine possano essere presenti solo i simboli dei partiti o delle liste, mentre il manifesto dei candidati deve essere collocato all’interno ad una distanza minima di un metro dal vetro.

rp 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X