facebook rss

Il mondo scolastico vede la luce,
ecco le linee guida per ripartire

ASCOLI - Scuole dell’infanzia, elementari, medie e superiori si stanno organizzando per ripartire. Il Governo, in accordo con il Comitato tecnico scientifico, ha dettato le regole da rispettare per una ripartenza scolastica sicura: dai trasporti fino all’intervallo, ecco come sarà la nuova scuola. Intanto ad Ascoli qualcuno già riparte

L’IIS “E. Fermi” di Ascoli durante il lockdown

di Andrea Pietrzela

Iniziano ufficialmente i preparativi di tutto il mondo scolastico dopo che nella giornata di ieri, a due settimane esatte alla riapertura ufficiale delle scuole programmata per lunedì 14 settembre, il Cts ha dato l’ok e il Governo ha indicato a Regioni, Province e Comuni quelle che saranno le linee guida da rispettare dal trasporto pubblico locale fino al comportamento che gli studenti dovranno tenere in aula. L’anno scolastico 2020/2021 è ai nastri di partenza.

Le regole del liceo “A. Orsini” durante uno degli ultimi giorni di apertura della scuola

NEL BUS – Nella video-conferenza unificata si è discusso soprattutto di misure pratiche. Per quanto riguarda il tragitto casa-scuola e viceversa, la capienza massima degli autobus sarà ridotta all’80%, al loro interno la mascherina sarà obbligatoria e dovrà essere garantito un adeguato ricambio d’aria.

A SCUOLA – Scesi dal bus, i ragazzi dovranno mantenere i dispositivi di protezione e le distanze fino al proprio banco. Gli studenti potranno non indossare la mascherina soltanto in aula, a patto che venga rispettata la distanza minima interpersonale di un metro. Le vie di ingresso e di uscita saranno scaglionate e diversificate e la mascherina sarà obbligatoria, la mensa sarà gestita dal singolo istituto (probabile divisione a turno o lunch box per il consumo in classe), l’intervallo sarà all’aperto oppure in classe a seconda dei numeri degli studenti. Una nuova scuola prende forma, ma non senza difficoltà: a Verbania (Piemonte) è stato chiuso il primo plesso scolastico per un caso di coronavirus. Si trattava di un utente esterno alle mura scolastiche, le sanificazioni sono state effettuate con l’edificio che è stato temporaneamente dichiarato non accessibile.

GIORNO ZERO – Anche le scuole d’infanzia, probabilmente le più delicate dal punto di vista logistico e organizzativo con i più piccoli, riprenderanno a funzionare. Alcuni asili nidi privati ascolani sono ripartiti oggi, così come alcune scuole superiori con i corsi di recupero: la giornata di oggi è il “giorno zero” per il mondo scolastico, il primo vero test verso la riapertura ufficiale prevista tra tredici giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X